CAPITOLO 34

A tutti i lettori: come successo nel capitolo 29, anche in questo caso ho proposto ad un amico e lettore di scrivere il paragrafo.

L'autore è BCP, che non è nuovo ai miei progetti perchè partecipa da 7 mesi a Denav Women's Boxing League in qualità

di manager della pugile Jeanne Gale. Personalmente ho apprezzato molto la descrizione molto tecnica dei colpi portati, 

la scorrevolezza del racconto e la giusta drammaticità cha ha saputo dare al match basandosi sulle immagini che ho creato

....... ma ancora una volta lascio ora giudicare a voi stessi! 

Mentre Teresa si rilassava nello spogliatoio in attesa del suo incontro, io Silvana aspettavamo di entrare in sala per 

il suo incontro per il titolo dei Welter. La sua avversaria era Brenda una pugile di origine olandese, che si trovava a 

New York come ragazza alla pari. Nel suo Paese d'origine aveva praticato la kickboxing, mentre qui in America si era

dedicata alla boxe e aveva deciso di partecipare al torneo per una scommessa fatta in palestra ed ora era lì pronta

a combattere per il titolo. Quella sera per le finali il GBC aveva deciso di fare indossare  alle pugili un accappatoio 

dello stesso colore dell'angolo assegnato, un addetto li avrebbe consegnati prima dell'incontro ma poichè gli 

accappatoi erano solo due, uno rosso e l'altro blu, sarebbero stati ritirati una volta che le ragazze sarebbero salite sul

ring e consegnati alle prossime contendenti. A Silvana venne consegnato quello rosso che era stato indossato da

Clara nell'incontro precedente per il titolo dei Pesi Leggeri, vinto dalla pugile svedese Caren per KO alla 4ª ripresa, 

quindi a noi era stato assegnato l'angolo rosso. Vidi che Silvana era un poco perplessa:

<<C'è qualche cosa che non va?>> chiesi io

<<No niente, avrei preferito l'accappatoio blu, quello di Caren..., che ha vinto!>>

Le misi un braccio sulle spalle e la incoraggiai:

<< Dai non ti preoccupare, non sarai mica superstiziosa?... pensa invece che vincerai!>>

Sentimmo lo speaker che annunciava il nostro ingresso:

<<Ed ora all'angolo rosso dall'Italia una grande combattente, The Power Puncher, la Picchiatrice.... Siiilvaanaaa!>>

Entrammo nella sala, i sostenitori di Silvana applaudirono scandendo il suo "ring name". Silvana salì sul quadrato

e rispose al saluto del pubblico alzando le braccia, l'accappatoio rosso si aprì mettendo in evidenza il fisico atletico 

della ragazza e lasciando intravedere la sua tenuta: calzoncini bianchi con bande verdi, reggiseno pitonato e la rosa 

tatuata sul seno, calzava un paio di sandali con il tacco a spillo. Il cappuccio dell'accappatoio le incorniciava il viso 

e lasciava uscire la frangetta dei capelli: un insieme molto sexy, che destò la rumorosa approvazione da parte del 

pubblico maschile del Dusty Moon e accese ancora di più il tifo dei suoi sostenitori.

Aiutai Silvana a sfilarsi l'accappatoio, subito ritirato da un addeto del GBC. Iniziai a massagiarle i fianchi con olio 

rilassante e le detti  le ultime raccomandazioni mentre attendevamo che l'arbitro chiamasse le due pugili 

al centro del ring: 

<<Stai tranquilla, ti sei allenata bene, la tua avversaria è si dura ma è alla tua  portata ... non lasciarti prendere 

dall'emozione ... tienila lontana con il jab e studiala ... quando vedi un varco attacca... capito? Ricordati quello che 

ti ho detto prima nello spogliatoio, Il tuo deve essere un lavoro di lenta e costante demolizione>>

Silvana mi rispose affermativamente con un cenno del capo, era molto tesa e concentrata, le misi il paradenti dopo 

averlo bagnato nell'acqua. L’arbitro chiamò al centro ring le due pugilesse per le raccomadazioni di rito, ebbi così 

modo di osservare l'avversaria di Silvana. Era una biondina molto carina dall'aspetto dolce, indossava una gonnellina 

rosa con ricamato "Stunning Brenda", la Stordente Brenda, un reggiseno viola, i capelli, che le scendevano fino alle

spalle, erano tenuti fermi sulla fronte da una fascetta di spugna dello stesso colore. L'avevo intravista combattere e 

sapevo che il suo aspetto apparentemente dolce non doveva ingannare, era una dura e una vera combattente, 

come denunciavano i numerosi tatuaggi, che le ornavano il corpo: sulla caviglia sinistra un ideogramma giapponese, 

il disegno di un dragone con una Geisha  si intravedeva sull'addome, nascosto in parte dalla cintura della gonnellina, 

sulla schiena, alla vita, un tribale e sulla spalla destra, sotto un fiore stilizzato, il suo nome. Nell'insieme devo dire che 

al centro ring c'erano due splendide ragazze e due magnifiche guerriere. Silvana e Brenda si guardavano dritte negli 

occhi e nessuna delle due abbassò lo sguardo, l'arbitro ordinò di toccarsi i guantoni...

...ed ognuna tornò al suo angolo: rosso quello di Silvana e blu quello di Brenda come i guantoni che indossavano.  

Al suono della campanella le due pugilesse raggiunsero il centro del ring e cominciarono a muoversi in cerchio ognuna 

cercando un varco nella difesa dell'altra. Brenda con una guardia alta i guantoni blu a proteggere la testa e il viso,

 i gomiti ben serrati, Silvana con la guardia più bassa il destro proteso in avanti, il sinistro  a protezione del viso, 

entrambe le ragazze in guardia destra.  

Improvvisamente Brenda scattò veloce con un cross destro al mento penetrando la guardia un po' aperta di Silvana, 

che invano alzò le braccia in un tentativo di parare il colpo ma che per fortuna riuscì ad attenuarne la violenza.  

Il round prosegui con le due pugilesse, che si scambiavano colpi duri non avendo nessuna delle due l'intenzione di 

cedere all'altra, i colpi di Silvana mi sembravano comunque più incisivi, prima della fine della ripresa la mia "Picchiatrice" 

controbattè ad un insidioso diretto destro  che la colse parzialmente sotto l'ascella destra,  con un gancio destro, che

centrò Brenda allo zigomo sinistro mandandola priva di difese alle corde. Il suono della campanella interruppe l'azione 

di Silvana salvando Brenda da un knockdown se non da un KO. 

Quando Silvana raggiunse l'angolo la rinfrescai con la spugna, il viso era intatto, la aiutai a prendere fiato allentando 

l'elastico dei calzoncini:

<<Tutto bene ?>> le chiesi

<<Si .. ma accidenti picchia duro ... è migliorata dall'ultima volta..>>  

<<Non ti impressionare ... stai andando bene tieni più alta la guardia e attenta  ai ganci, che mi sembrano il suo colpo 

preferito, colpisci forte uno-due e arretra, non rimanere sui colpi capito ... sì? Brava! Vai! >>  

Udimmo lo speaker gridare: <<Round 2, fuori i Secondi >>  

Il match riprese con l'intensità con cui era terminato il primo round, Benda aveva recuperato durante l'intervallo e

attaccò subito con serie a due mani, sinistri, destri ganci larghi al volto e al corpo evitati da Silvana, che si muoveva 

rapidamente sul ring colpendo e arretrando mentre la "Stunning Brenda" tentava di accorciare la distanza per cercare 

il corpo a corpo. In questa fase il colpo più bello di Silvana fu un diretto destro che penetrò la barriera dei guantoni blu 

centrando Brenda al viso, la quale accusò nettamente, e che strappò un applauso dal pubblico accendendo ancora 

di più l'atmosfera del Dusty Moon.  

Il lavoro di Silvana stava dando i suoi risultati, lo zigomo destro di Brenda era visibilmente arrossato, ma la bionda pugile 

olandese era ancora fresca e pericolosa. L'incontro continuò con le due pugilesse, che si scambiavano duri colpi 

al centro ring senza sosta. Brenda riuscì a chiudere la distanza ed a spingere Silvana alle corde con una serie di sinistri e 

destri al viso ed al corpo, l'azione di Silvana ebbe un attimo di requie e Brenda ne approfittò per lanciare un tremendo 

gancio sinistro, che passò sopra le braccia di Silvana centrandola al naso. Dall'angolo sentii il tonfo del guantone che

 colpiva il volto di Silvana causando una forte emorragia.  

La povera Silvana appariva chiaramente provata, il viso una maschera di sangue e dolore. In quei momenti rivissi le 

sensazioni che avevo provato nell'incontro tra Teresa e Linda nell'evento n°4. L'arbitro resosi conto del copioso 

sanguinamento di Silvana fermò l'incontro, chiamando una persona dello staff di GBC perchè esaminasse la ferita.  

Durante la sospensione mentre attendevo l'esito dell'esame non sapevo se augurarmi che l'incontro continuasse o 

per l'incolumità di Silvana finisse subito, la tensione nella sala era altissima. "Il dottore" pulì il viso di Silvana e constatò 

che il naso non era rotto, si trattava solo di un taglio, per il momento superficiale, della pelle sopra il setto nasale,

il macth pertanto poteva continuare. La situazione era molto delicata urlai a Silvana di proteggersi. All'ordine 

dell'arbitro <<Box!>> Brenda partì decisa all'attacco: chiaramente vedeva una chiusura dell'incontro prima del limite

per ferita. Silvana alzò la guardia chiudendo i guantoni a protezione del viso per evitare che la ferita si allargasse con 

conseguente “Stop” del match. Questo atteggiamento le lasciò scoperto il corpo e Brenda ne approfittò colpendola 

ripetutamente ai fianchi ed allo stomaco nel tentativo di farle abbassare le braccia per poi colpirla a naso.

Per fortuna Silvana aveva dei buoni addominali e riuscì a resistere sino al liberatorio suono della campanella, che pose 

fine a quella tortura ed alla dura ripresa. Silvana venne verso l'angolo rosso ansimando, lucida di sudore, il viso e il petto

imbrattati dal sangue, che continuava ad uscire dalle narici e dalla ferita al setto. La feci subito sedere sullo sgabello, 

le tolsi il paradenti, le allentai l'elastico dei pantaloncini, perché potesse respirare meglio e le pulii il viso con una spugna 

bagnata per esaminare i danni provocati dal gancio sinistro di Brenda.  

Mentre facevo queste operazioni le chiesi come stava e se intendeva continuare considerata la durezza del match:  

<<Sì... sto bene... te l'avevo detto... accidenti, picchia come un fabbro... ha dei magli al posto dei guantoni...>>  

<<Appunto! Te la senti? Pensa alla tua incolumità... sanguini molto! Ci possiamo ritirare...>>  

Le parlavo guardandola dritta negli occhi, che a parte una certa stanchezza erano svegli e vigili. Nel sentire la mia 

proposta mi guardò tra il meravigliato e l'implorante:  

<<Derek voglio continuare, me la sento stai tranquillo. Ti prego... fermami il sangue, so che ce la puoi fare... fai come 

con Teresa, che ci sei riuscito, provaci... non voglio perdere così, per arresto del match>>  

<<Va bene! Tu e Teresa siete uguali... non ci mollate! Stringi i denti... ti farò un po' male>>  

Nel frattempo avevo pulito la ferita, e la cosparsi di vasellina mescolata con una sostanza emostatica, poi con i 

batuffoli di ovatta cercai di fermare l'emorragia dalle narici.  

<<Ascoltami... proteggiti, soprattutto il naso, tenterà di colpirti proprio li, perciò guardia alta, colpisci rapida e muoviti 

il più possibile: non essere un bersaglio fisso... finta con le braccia. Se ti riesce, vedi di mirare allo suo zigomo destro, 

che si sta gonfiando... forza! Bevi un sorso d'acqua...>> Poi le rimisi il paradenti.  

<<Fuori i Secondi! Round 3>> annunciò lo speaker.  

Ma come ha detto qualcuno "I maestri, gli allenatori parlano ma sul ring si è in due: tu e l'avversario..."  

Le due pugili raggiunsero il centro del ring, i corpi sudati e bagnati d'acqua rilucevano sotto le luci mettendo in 

evidenza la loro tonicità e tensione,  Silvana con i capelli scarmigliati ed il naso arrossato, che aveva smesso di 

sanguinare, Brenda con i capelli più composti ma con il viso segnato da due ematomi sotto gli occhi, uno più vistoso

sotto il destro e l'altro più leggero sotto il sinistro. Tanto per fare capire che il match non era finito Silvana, spostandosi 

sulla destra,  esordì con un potente gancio destro, che passò sopra le baccia di Brenda colpendola con precisione 

alla mascella. I sostenitori di Silvana esplosero in un boato.  

Brenda accusò nettamente il colpo e si aggrappò a Silvana fermandole le braccia fino a quando l'arbitro intervenne 

per separarle. Brenda evitando un jab legò nuovamente le braccia di Silvana appogiandosi con tutto il suo peso, 

tentando di colpirla con secchi ganci e montanti al corpo. Silvana riuscì a liberasi ed a piazzare due buoni colpi al viso 

ed al corpo dell'avversaria. Seguì una fase di studio e finte, le due pugilesse erano stanche e tentavano di recuperare 

le loro forze. Il respiro era affannoso entrambe in debito di ossigeno respiravano con la bocca. Silvana improvvisamente 

attaccò e approfittando della sorpresa continuò l'azione spingendo l'avversaria all'angolo e tentando di colpirla con 

un diretto sinistro, intercettato da Brenda, che lo bloccò con l'ascella,  Silvana tentò di colpire al fegato l'avversaria, 

che parò il colpo con il guantone destro e contrattaccò centrandola allo stomaco con un gancio sinistro.  

La campanella pose fine al 3° round, che aveva a mio parere visto una leggera prevalenza di Silvana. "La Picchiatrice" 

arrivò all'angolo e si sedette sullo sgabello, le tolsi il paradenti, la aiutai a respirare, le versai, una bottiglietta d'acqua 

sulla testa per rinfrescarla, e controllai lo stato della ferita, che non aveva più sanguinato. Le asciugai il sudore e le passai 

un poco di vasellina sul volto. Mi raccomandai di continuare così:  

<<Stai andando bene questa ripresa l'hai vinta tu, continua così, proteggiti, colpisci e vai, se ti attacca non avere

timore: ricorri anche tu al clinch.>>

Ora respirava bene, mi guardò e assentì con un cenno della testa.

Al richiamo dell'arbitro le due pugilesse si portarono al centro ring, dopo una breve fase di studio rincominciarono

gli scambi di colpi che spesso si incrociavano  

Silvana era ancora abbastanza mobile e seguendo i miei consigli usava molto i jabs al viso di Brenda, doppiandoli con

diretti e ganci destri. Dopo un po' notai che lo zigomo sinistro di Brenda si stava gonfiando in conseguenza dei colpi 

di Silvana. Brenda era stanca e quando gli attacchi di Silvana si facevano più incalzanti si rifugiava all'angolo.  

Anche il quarto round si concluse a mio parere con un leggero vantaggio di Silvana. Appena Silvana arrivò all'angolo 

mi chiese come fosse andata e la rassicurai:

<<Stai tranquilla anche questa ripresa è stata tua.... respira ... la prossima è l'ultima>>  

Poi le tolsi il paradenti, la rinfrescai con spugnature d'acqua fredda e le appoggiai del ghiaccio secco alla nuca, 

le applicai il ferro freddo sullo zigomo destro, che si stava gonfiando, le passai della vasellina sul naso, sugli zigomi e 

sulle sopraciglia. L'intervallo tra i due round stava finendo vidi il secondo di Brenda uscire dal ring, notai che anche lei 

era molto provata ed aveva il viso segnato dai colpi di Silvana, il paradenti spinto fuori dalla bocca per respirare 

meglio. L'atteggiamento oltre a denunciare la sua stanchezza fisica mostrava anche la sua concentrazione 

per affrontare l’ultimo round.

Anche io ero uscito dal ring, ma ero fermo al bordo per sfruttare ogni secondo. Silvana era in piedi all'angolo e quando 

lo speaker chiamò: <<Quinto ed ultimo round ... Fuori i secondi!>>, si appoggiò alle corde per riposarsi ancora un po’,

mentre io le mettevo il paradenti.  

Vedendola così accasciata sulle corde mi presi qualche secondo per incitarla:

<<Forza, non mollare proprio adesso, questo è l'ultimo round, uno sforzo e ti porti a casa il match ed il titolo dei welter.

Combatti come hai fatto sino ad ora e vedrai che ce la fai>>

Le detti un buffetto sulla spalla e scesi dal ring prima che l'arbitro mi richiamasse. 

Iniziò il quinto e decisivo round, l'arbitro come di rito chiamò le pugilesse al centro del quadrato e fece toccare 

i guantoni, l'atmosfera del Dusty Moon era tesa  e carica di attese, il pubblico si era fatto all'improvviso silenzioso.  

<<Box!>> ordinò l'arbitro.

Silvana non se lo fece ripetere due volte, partì decisa all'attacco,  e approfittando della guardia bassa  dell'olandese 

la centrò con uno splendido e potente diretto destro alla mascella, facendole girare di scatto la testa

Sentii nettamente il tonfo del guantone e pensai, per un attimo, che Brenda sarebbe andata al tappeto,

ma non fu così. La bionda pugile era proprio una gladiatrice: arretrò e si chiuse a riccio parando con le braccia ed 

i guantoni gli uno-due di Silvana. La stanchezza sembrava scomparsa e le due ragazze, dando fondo alle ultime riserve, 

incominciarono a scambiarsi diretti, montanti, cross impegnandosi in furibondi corpo a corpo, che riaccesero 

l'entusiasmo del pubblico presente. Sia Brenda che Silvana cercavano di finire l'incontro prima del limite.  

Durante un corpo a corpo la spallina destra del reggiseno di Brenda scivolò sulla spalla impedendole i movimenti, 

così l'arbitro dovette fermare il match concedendo una breve sosta alle due pugilesse.  

Guardai Silvana era lucida di sudore ed aveva il fiato corto, le gridai di respirare profondamente, vidi anche che il livido 

di Brenda allo zigomo destro, si era fatto più evidente e le si era gonfiato l'occhio sinistro e le sanguinava il sopraciglio 

sinistro per un taglio, feci cenno alla mia pugile di insistere da quella parte, dove la visione non era buona. Silvana fece 

cenno di aver capito e quando l'arbitro ordinò: <<Box!>>, riprese l'attacco sospingendo l'avversaria alle corde.  Ma la 

breve sosta aveva giovato a Brenda, che malgrado la posizione di apparente svantaggio riuscì a schivare un gancio 

sinistro di Silvana rispondendo subito con un fulminante gancio destro alla mascella dell'avversaria, che accusò

nettamente il colpo con una smorfia di dolore.  

La vidi piegare le ginocchia, <<No, non il KO!>> pensai, ma Silvana, malgrado la stanchezza ebbe la lucidità di fermare 

la sua avversaria abbracciandola in un clinch, bloccandole le braccia. Per alcuni secondi le due donne rimasero 

aggrappate l'una all'altra, appoggiate alle corde del ring come per cercare ristoro, Silvana con gli occhi chiusi, 

entrambe con le bocche aperte in debito di ossigeno. Notai che un po' di sangue macchiava il naso arrossato di 

Silvana, eravamo solo a metà round!  

L'arbitro intervenne separando le due combattenti. Brenda  riprese subito l'incontro con un diretto sinistro al corpo 

che Silvana riuscì, con una schivata, a mandare fuori misura, replicando con un potente gancio destro, che atterrò 

sullo zigomo sinistro di Brenda, sempre più gonfio.

Il pubblico era tutto in piedi incitando le due contendenti. Malgrado la durezza del colpo Brenda si allontanò dalle 

corde, Silvana reagì con lentezza: la situazione si era rovesciata, ora era lei alle corde. Brenda ne seppe approfittare 

attaccando con diretti sinistri e destri Silvana, che appoggiandosi alle corde si riparava la testa con i guantoni e con

rotazioni del busto tentava di schivare i colpi. Le urlai di stringere i denti, di tener duro e di scivolare via dalle corde.  

L'azione di Brenda malgrado la stanchezza sembrava però incontenibile, era padrona del ring, Silvana dovette

ricorrere nuovamente al clinch, abbracciando l'avversaria per le spalle, la bionda olandese continuò a colpirla ai 

fianchi con piccoli colpi secchi, che non facevano veramente male ma toglievano quel poco di fiato che rimaneva.  

L'arbitro dovette intervenire di nuovo separando le due pugilesse, riportandole al centro del ring, questo breve 

intervallo dette modo alle due ragazze di riprendere fiato e di riorganizzarsi. Al <<Box!>> il combattimento riprese con 

le due ragazze che si scambiavano al centro del ring colpi pesanti con le forze rimaste. Spesso si incrociavano e 

giungevano contemporaneamente a segno. Sui volti portavano sempre più evidenti i segni della durezza del match.

Dopo alcuni secondi di questi scambi entrambe le pugilesse erano esauste, urlai:  

<<Silvana prendi tempo... clinch, clinch>>  

Consiglio che fu seguito da entrambe: iniziarono a legare ed a spingere con le braccia senza però rinunciare a tentare 

di colpirsi e di guadagnare una posizione di vantaggio rispetto all'altra.  

Ormai entrambe erano sfinite, non so dove trovassero la forza per continuare, l'arbitro interveniva continuamente per 

separarle, il pubblico incitava le proprie beniamine. Finalmente la campanella pose fine all'incontro, come per incanto 

cessò ogni ostilità tra le due contendenti, che dai clinch passarono ad un abbraccio liberatorio: era finita, entrambe 

erano arrivate in piedi al termine di quell'incontro teso e intenso fino alla fine, entrambe avevano dimostrato un

coraggio che pochi, anche uomini possedevano. Adesso entrambe sorridevano e si complimentavano a vicenda: 

due grandi sportive.

  Silvana raggiunse l'angolo dove l'attendevo, le tolsi il paradenti e la rinfrescai con l'acqua.  

<<Come sono andata?>> mi chiese

<<Sei stata grande,  stai bene?.... Bevi che ne hai bisogno... Secondo i miei conti dovresti avere vinto>>  

Intanto le asciugavo il viso ed il corpo matido di sudore.  

<<Mi sembra un sogno essere arrivata alla fine ... ci sono stati dei momenti che pensavo di non farcela..... sono felice

anche così ... Lei è stata molto brava..>>, mentre parlava le brillavano gli occhi per l'entusiasmo.  

L'arbitro chiamò le due pugili al centro del ring, nella sala il silenzio calò all'improvviso, qualcuno del pubblico urlò 

il nome delle due pugilesse. Lo speaker lesse i punteggi:  

<<Torneo Glamorous Boxing Club ...... titolo dei Pesi Welter:

La vincitrice del titolo è ........ The Power Puncher , la Picchiatrice ...SIILVAANAA!>>  

La giuria mostrò la tabella dei risultati e Silvana aveva battuto Brenda di strettissima misura

NAME Round 1 Round 2 Round 3 Round 4 Round 5 RESULT
SILVANA 10 9 10 10 9 48
BRENDA 9 10 9 9 10 47

La gioia di Silvana esplose incontenibile, assieme all'entusiasmo dei suoi sostenitori, alzò le braccia urlando e saltando,

rispondendo all'applauso del pubblico, mentre Brenda non riuscì a nascondere un pò di  delusione per avere perso

per un solo punto, perciò rimase a testa bassa mentre si sistemava gonnellina e conchiglia.

Un rappresentante dello staff del GBC salì sul ring con la cintura di campionessa dei Pesi Welter ed aiutò Silvana

ad indossarla. Nel frattempo Brenda, che sembrava aver superato il momento di scorraggiamento, salutava e 

ringraziava i componenti del GBC presenti sul ring,  era comunque felice perchè era arrivata alla fine di un bel torneo 

ed era convinta di avere disputato un buon incontro, venne anche all'angolo rosso e mi salutò, malgrado i segni del 

combattimento era molto carina, mi complimentai con lei:  

<<Ciao Brenda sei stata molto brava, hai disputato un bellissimo match, sei stata leale e molto tecnica, sei

una splendida pugile............. e un vero Schianto!>>  

Le luccicarono gli occhi e mi sorrise veramente felice, la abbracciai e di impulso la sollevai in segno di trionfo, il pubblico 

apprezzò il gesto e applaudì Brenda.  

Silvana, con la cintura di campionessa arrivò all'angolo e mi abbracciò: la stanchezza sembrava essere passata:  

<<Grazie Derek per tutto quello che hai fatto, per gli allenamenti, per essermi stato vicino questa sera, non so se senza

il tuo aiuto ce l'avrei fatta!>>  

Con tutti questi ringraziamenti ed abbracci ero decisamente commosso anche io, allora decisi di farle fare 

un giro d'onore del ring:  

<<Dai Campionessa sali sulle spalle, che ti porto in trionfo, te lo sei proprio meritato!>>  

Non si fece pregare, salì sulle mie spalle e così facemmo il giro del ring mentre lei salutava il pubblico entusiasta, 

che la applaudiva ed la ammirava nel suo attimo di trionfo. Anche il mio amico Billy era salito sul quadrato per 

scattare alcune foto finali.

Incominciò da Brenda che sorridente si mise i posa mostrando, quasi con orgoglio, il viso che, segnato dai colpi ricevuti,

evidenziava la durezza del match. 

Poi venne al nostro angolo:  

<<Campionessa , permetti? Ti faccio qualche foto per celebrare la tua vittoria!>>  disse Billy

<<Sì, però aspetta un attimo .... sono spettinata ...Derek per favore mi aiuti a mettere un po' a posto i capelli 

che con i guantoni non ci riesco?>>  

<<A mio parere sei carina anche così ... però la Campionessa sei tu ed ogni tuo desiderio è un ordine... il tuo secondo 

ed allenatore ora diventa pure parrucchiere>>  

Con i capelli un po' più ordinti Silvana raggiunse il centro ring e si mise in guardia come se fosse stata pronta ad 

affrontare un nuovo combattimento, mentre Billy sistemava l’inquadratura.  

Mi misi dietro a Billy che controllava l’inquadratura sul video della sua fotocamera, 

così potevo vedere in anteprima il risultato finale.  

Devo dire che Billy era molto bravo con la macchina fotografica: nella fotografia aveva saputo far risaltare l'orgoglio 

di Silvana per la vittoria ed il titolo conquistati con sofferenza, tenacia e coraggio come mostravano i lividi sul viso.  

Di quella fotografia successivamente ho fatto fare un ingrandimento particolare del viso, che incorniciata e 

autografata con tanto di dedica, tengo tutt'ora esposta nel mio appartamento.  

"Che ne dite? La mia campionessa non vi mette KO anche con il suo sguardo?"


CHAPTER 34

The time had come for Derek and Silvana  to step into the ring for the GBC Welterweight Title.

Silvana was introduced after her opponent in the blue corner. Wearing a short-cut red and white robe,

provided by the management, she looked in magnificent physical condition with iron-sculpted  abs

and a trim taunt midriff.  

She was boisteriously cheered by her many fans in the audience.  They knew their favorite "Power Puncher"  

would be prepared and serious about this opportunity to win the Welterweight Championship. While waiting 

to be called tothe center ring for instructions, Derek stood facing Silvana going over their strategy for this opening 

round. He gently massaged her sides while talking calmly to his fighter.

They both knew about their opponent Brenda, a holland girl temporarily residing in New York for her seasonal job.  

She was an accomplished kickboxer in Holland but trained in the "Big Apple" in a boxing gym.  She had boasted 

to her training mates at the gym that she intended to bring back the championship belt as a souvenir when 

she returned home. She was a most attractive blonde who had a good fan following eager to cheer her on 

to victory against her Italian foe. The two fighters were called to center ring to receive their final pre-fight 

instructions. Both women looked intently into the eyes of their adversary while they touched gloves in the traditional 

ritual of sportswomanship prior to the fistic fireworks to come. 

As the bell clanged to start this championship final, the two fighters advanced quickly to center ring, poised and 

ready  to establish their respective fight plans. Each pugilist experiencing the adrenalin rush of this moment before 

the storm commenced. 

Brenda's blue gloves were the first to initiate the action. Her stiff left jab fired straight from the shoulder was

fast and accurate. Instinctively, Silvana countered with her sweeping right cross to the blonde's face and

combined that with a stinging right jab to the nose of her opponent.  The first shots of this contest had been

fired and from that point through the remainder of the round the exchange of blows continued non-stop

with painful regularity. 

Neither boxer was willing to relent or retreat as they flurried back and forth with no interruptions.  The boxing fans

rose from their seats shoutingl supporting encouragement for their personal favorite. This was nothing short of 

Armageddon with four more exciting sessions yet to go. Silvana's potent right jabs repeatedly parted the blue-gloved 

defense of her blonde antagonist; 

rocking her head backward and causing her to reset her own stance before answering back with a spirited counter

barrage.  The Holland damsel constantly pushed forward trying to entrap the "Power Puncher" along the ropes, 

but her adversary resisted and fought back with commendable effectiveness. Bong, bong, bong the bell repeatedly 

clattered trying to overcome the tumulous roar of the fans and notify the scrappers that round one was over.

After an all-too brief break between rounds, the two fighters were summoned forth for round two. Eager to establish

her offensive assault early in this next period, Silvana broke Brenda's defense with a good right hand

After a few actions Brenda stormed across the ring to attack her Italian rival. Caught by surprise Silvana was 

pummeled backward into the ring chords with a fusilade of powerful punches from her advancing rival. 

A spectacular whistling left cross mashed the nose of Silvana sending forth a torrent of claret from her damaged 

nostrils.  A staccato of hurtful lefts and right aimed at the injury soon coated her face with a sheen or crimson gore. 

This resulted in the referee intervening to determine the condition of the sticken fighter. He summoned the ringside 

Doctor who  cleared off some of the vital fluid to make a timely evaluation of the damaged nose. 

Implored by the injured fighter to give her additional time, he allowed the fight to continue. 

Employing a defensive retreat for the remainder of the round,

the gritty combatant survived to hear the welcome chime of the bell. Smeared with blood she returned to her corner

for medical treatment by Derek. He worked skillfully throughout the one-minute break to clean the coating of blood

from her face; while he stemmed the discharge of claret from her nostrils. 

In a calm and authoritative manner he issued strategy to his fighter for the coming session.  Silvana must go out 

aggressively right from the start in the coming session, establishing her jab and working off those leads to batter 

her adversary with those straight right hands and powerful combinations that had worked so well for her in round 1.

Brenda would anticipate a retreating foe, not one who was taking the fight to her. Offense was the best defense 

he proposed. At the shrill tone of the bell for the third round, Silvana charged into the fray just as Derek had directed

her to do. It was Brenda this time who was caught unprepared by this purposeful aggression. Before she was able to

take two steps from her corner, the "Power Puncher" was blasting her red-leather mitts repeatedly into her parted

defensive bucklers. Jabs through the parted gloves allowed jackhammer right jabs, hooks and assorted combinations

to bombard her head and body. 

Through eyes that was starting to swell from the incessent onslaught Brenda entrapped the pesky left glove of her

adversary under her right arm as she sought the temporary security of a clinch for one of the first time in this 

all-action donnybrook. Still intend upon punishing her foe she used her free left fist to pound short, hammering hooks

to the muscular abdomen of Silvana... 

... until the referee directed her to "Let her go" and after eleven seconds the round ended. In round 4 they picked up

the intensity of the engagement near center ring, Silvana delivered a shocking left hook to the face of her blonde

foe, at almost the exact instant Brenda's overhand right blasted the cheek of her auburn-haired tormentor. 

Amazingly both fighters shook off the debilitating affects of these bombs and continued to fire leather missiles back

and forth at one another. The rest of the round was another blistering punchout between the two stalwart pugilists.

The Italian gladiatrix continued to press forward against her blonde adversary behind pulsating red-gloved bullets

aimed at the face and torso of her rival. Using her superior upper body strength she bulldosed Brenda backward

often pinning her against the corner turnbuckle where she could capitalize on her advantaged outside position. 

The pink-trunked Hollander had to use critical arm strength to try and push her assailant off and escape the

confinement of the corners or ring ropes.  After such physically exhausting sessions, the boxing fans could not help but

wonder where they were getting the resources to continue to battle at this killing pace. 

How could they possibly contend for yet another round?

As "Stuning Brenda's" manager exited the ring in preparation for the fifth and final round, the attractive blonde boxer

stood with her blue boxing gloves placidly extended by her side while she awaited the peel of the bell to call her forth

to fistic combat. She appeared to be totally focused on the coming two-minute conflict that might determine the

outcome of this engagement. She filled her lungs with the air as she sucked in her mouthpiece and clenched her jaw

Across the ring in the red corner, Derek, while he was gently inserting the mouthpiece for Silvana, he imparted his final

boxing directions for this critical championship encounter:

<<Silvana, two more minutes before you claim your championship. You're the boss out there, so take it to her finish

strong!>> Derek declared

With the echo of the ringside bell still resounding, Silvana was the first to flash a steaming right jab into the face

of her advancing rival. Brenda's head cranked painfully to the right as she cringe in shock and pain from 

the concussion of that blast

Brenda recovered her composure quickly coming back with a retaliatory slavo of blue-fisted bombs to the head 

and  body of her antagonist.  In the early seconds of the final session, during another free-swinging exchange, Brenda's

sport bra strap slipped from off her left shoulder requiring the referee to call for a brief pause in the action for an

equipment repair. Immediately after this unexpected interruption, the two boxers resumed their titanic struggle

Just seconds later as "La Picchiatrice" punched her way forward, driving her blonde assailant against the ring ropes,

Brenda delivered a shocker to her aggressive attacker. She swept an errant left cross downward toward the floor,

topping the extended limb with a dynamite right cross that set Silvana's legs to quivering 

Carried forward by her momentum the Italian damsel was able to ensnare her foe in a desperate clinch.  Attempting

to scold her grappling opponent, Brenda's yellow mouth guard was exposed from between her lips as she pushed

futilely against her leaning adversary

Entering the final minute of this tremendous slugfest, it appeared that Brenda was the fresher of the two women. 

Calling upon her enormous fighter's heart, Silvana more than held her own during the closing frame. Her devestating

righ power shots scored with thunderous impact upon the gallant blonde battler

Brenda again displayed her resilience and fighter's heart as she pummeled Silvana backward into the ropes with

powerful lefts and right. When the blonde succeeded in pressing her tiring foe against the ropes, the pair were

close to the corner where Derek hollered up to his friend:

<<Cover up Silvana! Spin off the ropes.  Be strong, don't give up!>>

Rebounding off the restricting ring ropes, Silvana was able to desperately grab her blonde assailant in 

a breast to breast bear hug; while she pressed her jaw downward hard against the right shoulder of Brenda 

to further restrict her punching ability

After the referee separated the fighters, the weary Italian moved once again toward the relative security 

of center ring. She fired off a sweeping right cross to the face of Brenda, but her rival's countering left hook 

to Silvana's jaw. Both punches were quick and hard and only their tremendous courage kept bot boxers

from dropping to the canvas

When Brenda drove forcefully forward, punching to the face and body of her struggling rival, 

the "Power Puncher" wrapped her right glove behind the head of "Stunning Brenda".  

Pulling the blonde's head downward, she reached for her attacker's right arm with her own red-gloved fist

With the fight finished, the two women instinctively reached out to one another in an embrace of mutual admiration

and respect. This was a personal milestone that only a rare few athletes will ever  experience in an extended career. 

They had discovered personally the expansiveness of the human will to excel. It was a once in a lifetime test of

personal courage and sporting excellence

After a heart wrenching delay while the officials checked and re-checked the score cards, the two combatants

were summoned to the center of the ring while the official verdict was announced. Silvana was the victor in a

hair-line close decision as  depicited by the score card results below:

NAME Round 1 Round 2 Round 3 Round 4 Round 5 RESULT
SILVANA 10 9 10 10 9 48
BRENDA 9 10 9 9 10 47

Brenda displayed a little delusion for the outcome, staring morosely down at her groin protector while struggling

to hold back her tears of frustration.  Silvana exploded in jubilation ...

... as the sponsoring officials placed the championship belt around her waist. Meanwhile Derek recognized the sterling

accomplishment of the game Brenda by lifting her aloft as the crowd exploded with hooting and hollering for these

two superb pugilists

Next, the exuberant Welterweight Champ was given a victory ride around the ring on the shoulders of Derek while

the patrons shared in the celebration of her noteworthy victory. What an fabuous evening for the "Power Puncher"

and her friend and second, Derek

Showing her appreciation to the fans who continued to applaud her game effort, Brenda struck a fighting pose

with her gloves posed before her, as flashbulbs exploded from cameras at ringside. She moved around each side

of the interior ring, posing so that all could capture the image of a fighter bruised and battered, 

but definitely unbowed

With typical womanly vanity, Silvana asked Derek to arrange her hair before she posed in her own fighter's stance

to have her picture taken by Billy. She looked truly like the rugged champion that she was

Billy took great care to prepare his "shot" of the newly crowned champion in this her moment of triumph. 

He didn't want any misdirected image of this brave woman warrior

His photograph of the newly crowned Welterweight champion captured the steely determination

that had allowed her to prevail in this grueling, down-to-the wire climatic final

Derek was later given an autographed photograph of his friend and Glamour Boxing Club Welterweight champion 

Silvana that became a proud and permanent addition to his apartment end table. She had provided an opportunity

for Derek to share with her one of the highlights of her personal life.  The fact that her Italian heritage was similar 

to his own was another remembrance he would treasure greatly