CAPITOLO 28

Dopo che Teresa mi aveva spiegato cosa si era detta con Linda, la lasciai riposarsi felice nello spogliatoio e 

andai a guardare il resto degli incontri della serata e dopo una mezz'oretta salirono sul quadrato Allison e Rosalyn.

Allison salì sicura sul ring sistemandosi la coda dei capelli, era la prima in classifica e si stava per scontrare contro

l'ultima della graduatoria, quindi era logico che fosse molto tranquilla in attesa dell'inzio del match. Successivamente

fece il suo ingresso la giovane Rosalyn, aveva il volto sorridente come al solito e aveva cambiato il suo look, aveva

abandonato gli eleganti pantaloncini a quadri e il top marrone ed era passata ad un abbigliamento più country

con reggiseno azzurro e aderenti jeans tagliati. Risultava essere molto sexy e con i suoi capelli sciolti castani e quei

jeans accorciati la paragonai subito a Daisy, la mitica cugina di Bo e Luke Duke del telefilm "Hazzard"........ ma il suono

del gong mi riportò alla realtà. Rosalyn sapeva di essere la sfavorita quindi si doveva giocare il tutto per tutto,

perciò cominciò decisa la ripresa andando subito in cerca dell'avversaria, Allison era appena uscita dal suo angolo e

venne spinta verso le corde e la giovane studentessa la colpì con una serie di diretti. La maggior parte fini nella guardia

di Allison, ma dopo alcune combinazioni Rosalyn fece partire un bel montante destro che mise in difficoltà 

la campionessa ancora spiazzata dall'inizio fulmineo.

Allison riuscì in qualche modo ad abbracciare Rosalyn e riuscì a fermarla nella sua azione martellante, l'arbitro dopo

qualche istante intervenne a separare le due pugilesse mentre la folla incitava la studentessa. Nessuno si aspettava

che l'ultima in classifica potesse dare vita ad un inizio così esaltante! Probabilmente la stessa Rosalyn era stupita di

come stesse andando il match, ma il suo vantaggio ed eventuali sogni di vittoria vennero subito ridotti quando

Allison cominciò ad entrare in gioco. L'infermiera usò una tattica diversa, invece di colpire velocemente e 

ripetutamente, preferì muoversi più lentamente e portare a segno colpi precisi e soprattutto potenti, piazzandosi

bene con i piedi sul tappeto e ruotando spalla e busto per imprimere potenza al colpo. Rosalyn si rese conto della

forza della propria avversaria quando incassò un diretto sinistro che la mandò indietro con il busto fino a toccare

le corde, io ero poco distante e sentii il rumore del guantone....... <<Ahia>> pensai tra me e me!

Nel secondo round fu ancora Allison a gestire il match, inseguendo la propria avversaria su tutto il ring e facendo

partire colpi singoli e forti non appena il bersaglio era scoperto.

Rosalyn tentava di evitare il contatto, ma ogni due o tre colpi schivati, doveva incassare un destro o sinistro di

Allison che la seguiva come un'ombra. Ad un certo punto Rosalyn mentre indietreggiava sbilanciata venne

colpita al mento da un montante sinistro che la fece cadere a terra e si appoggiò stremata alle corde sputando

il paradenti per riprendere fiato più facilmente. Allison la osservò e in attesa che l'arbitro arrivasse per contare

l'avversaria, ne approfittò per sistemarsi la gonna e la conchiglia rossa della Title........

sembrava proprio una pugilessa professionista.

Rosalyn si rialzò in piedi ma era stanca e tentò in tutti modi di arrivare alla fine della seconda ripresa, si buttò

quasi a peso morto su Allison e la spinse contro le corde allargandole le braccia per renderla inoffensiva. 

La studentessa usò anche la fronte per spingere indietro la testa dell'avversaria. Lilian, l'accompagnatrice di

Allison, gridò alla sua amica di girare Rosalyn all'angolo e di colpirla, ma l'infermiera era in difficoltà a liberarsi

da quel clinch e preferì non sprecare le energie per lottare e si accontentò della posizione in cui era.

All'inzio del terzo round osservai il volto delle due pugilesse: Rosalyn aveva lividi sugli zigomi ed era stanca,

Allison era sudata ma aveva uno sguardo molto deciso. La campionessa continuò con la sua azione dirompente

andando a segno con potenti diretti portati come la tecnica pugilistica vuole.

A forza di indietreggiare Rosalyn si chiuse a riccio all'angolo neutro e Allison le si piazzò davanti in modo da chiuderle

ogni via di uscita: la preda era in trappola. Allison la colpì con una serie di combinazione e nella confusione di colpi

anche Rosalyn reagì, ma i suoi pugni non erano potenti e sebbene finissero sul volto della campionessa, Allison riuciva

a continuare nella sua azione demolitrice.

Rosalyn era ormai distrutta ma appoggiandosi all'angolo neutro le dava un aiuto a sorreggersi, Allison capì l'utlità

della gommapiuma bianca e molto astutamente trovò il modo per far staccare l'avversaria dall'angolo: sì spostò

a destra aprendo un varco a sinistra, Rosalyn vide una via di uscita e si mosse per passare attraverso, ma appena

tolse l'appoggio da corde e angolo, Allison fece partire un durissimo montante sinistro che spostò totalmente 

all'indietro la testa di Rosalyn e parte del busto. In una frazione di secondo udii il rumore sordo del guantone contro 

il volto e vidi gli schizzi di acqua e sudore volare via assieme al paradenti.

Rosalyn crollò al tappeto quasi priva di sensi  e con le braccia piegate all'indietro e sopra la testa, l'arbitro accorse

e sventolò le braccia in segno di interruzione del match, era un KO talmente duro che era impensabile che 

Rosalyn potesse rialzarsi e portare al termine l'incontro visto che comunque era appena la terza ripresa. Allison

passeggiò comunque verso l'angolo neutro in attesa della decisione ufficiale, aveva sputatò il paradenti e si stava

nuovamente sistemando la gonna, era chiaramente stanca perchè aveva picchiato sodo in questi ultimi due round.

Lentamente Rosalyn si riprese e venne fatta accomodare sullo sgabello al proprio angolo mentre il pubblico la 

applaudiva. La giuria suonò ripetutamente il gong in segno di fine match e la folla emise un grande boato

quando Allison alzò le braccia in segno di vittoria e mostrò i muscoli.

<<Deja-vu>> pensai ad alta voce, il KO subito da Rosalyn era uguale al fuori combattimento sofferto da Teresa,

tutte e due erano crollate esauste sotto i duri colpi di Allison.

<<Se non altro Teresa è andata giù alla quinta ripresa e fino a quel momento  aveva dato del filo da torcere 

ad Allison>> pensai nuovamente. A confermare la scena già vista, come nel caso di Teresa, Allison andò a 

complimentarsi con Rosalyn. La sosia di Daisy, era seduta a gambe distese e con i guantoni  appoggiati sul

ventre, aveva gli zigomi arrossati e gli occhi socchiusi tipico di chi sta recuperando le forze. Allison le prese

la testa con i guantoni e la baciò in fronte, dopodichè strofinò delicatamente la sua guancia su quella di

Rosalyn, chiuse gli occhie, le sorrise e pronunciò qualche parola.

Era un gesto sportivo ma soprattutto molto dolce e affettuoso, quasi come una mamma che consola la bambina

dopo che si è fatta male, con questa azione Allison mostrò che non c'era odio nei confronti Rosalyn e il KO non era

stato inflitto con rabbia per distruggere l'avversaria, ma era un'azione svolta con tecnica, sicurezza e determinazione 

per raggiungere la vittoria.

Con questo match si era concluso il penultimo evento del torneo, quindi il giorno dopo mi collegai al sito di

Glamorous Boxing Club per vedere i risultati e le classifiche, per prima cosa diedi un'occhiata (superflua) alla tabella

del risultato del match tra Allison e Rosalyn:

NAME Round 1 Round 2 Round 3 Round 4 Round 5 RESULT
ALLISON 10 10 10 12 12 54
ROSALYN 9 8 7 6 6 36

Dopdichè mi concentrai su ciò che mi intereseva maggiormente, la classifica generale nella pagina Rankings.

Nonostante la bella vittoria prima del limite che Teresa aveva portato su Linda, le posizioni in classifica erano

rimaste invariate, quindi la mia pugilessa era sempre quarta. Era il momento di tirare le somme e capire se c'era

ancora qualche possibilità di arrivare in finale oppure se era inutile allenarsi tanto per l'ultimo match.

In finale arrivano le prime due classificate ed Allison era saldamente al primo posto, quindi i miei calcoli erano

rivolti alla seconda classificata, cioè Patricia. L'ultimo match di Teresa era proprio contro Patricia quindi era uno 

scontro diretto, calcolai che Teresa per arrivare seconda avrebbe dovuto battere Miss Maggio '89 con almeno sei

punti di vantaggio, inoltre Linda per non rubare la posizione n°2 avrebbe dovuto perdere contro Allison. Delle due

variabili, la sconfitta di Linda sembrava quasi certa mentre la vittoria di Teresa su Patricia con sei lunghezze di 

distacco non era cosa molto facile. Ad ogni modo pensai che non era impossibile, quindi spiegai a Teresa i miei

ragionamenti e sembrò essere molto volenterosa di allenarsi duramente per raggiungere questi risultati.


CHAPTER 28

When Teresa told me that she wanted to talk to Linda who was relaxing in her dressing room, I left the pair alone

together and proceeded out into the arena to watch the other fights on this evening's card.  In about one-half

hour the participants for the Allison versus Rosalyn match started their entrance toward the ring.  Allison wearing

her customary ponytail hairstyle walked confidently toward the ring, her dark tresses swaying rythmically behind her

head as she acknowledged the cheers from her fans.  Her opponent Rosalyn had her usual pleasant smile as she

walked toward the ring.  She had on a different ring costume for this appearance consisting of an azure colored

bra and tight cutoff blue jeans.  It reminded me of the television character "Daisy", the beautiful cousin of Bo and

Luke Duke in the telefilm "The Dukes of Hazzard". 

Although she most certainly had to be considered the underdog in this match-up, Rosalyn got off to a quick start

in the opening round going on attack against the favored Allison.

Although Allison was initially under attack from her rival, she did not panic, but gradually invoked her own

steady assault to drive back Rosalyn with her hard jabs and combinations and capture control of the

fight. 

As the second round commenced, Allison continued her punishing attack against the youthful university

student foe.  She was like a vengeful shadow, staying within proper punching range and waiting for the

appropriate opportunity to deliver her powerful blue-gloved blows. 

During one of these well-delivered salvos, she struck the tiring Rosalyn with a particularly powerful

combination that rocked her rival  sending her tottering off balance.  Taking advantage of this

momentary opening, Allison hit her struggling foe with an explosive left uppercut that dropped

Rosalyn heavily to the canvas.  The strickened fighter spit out her mouthpiece seeking to suck in

more breath as she struggled to regain her faculties.  Meanwhile Allison stood calmly in the

assigned neutral corner adjusting her black skirt over the red Title groin protector underneath.

At the count of eight, Rosalyn was back on her feet prepared to defend against the anticipated

attack by her adversary.  When she was within acceptable range, the young coed fell into a clinch

with her advancing rival.  Pinning Allison against the ring ropes near the blue corner, Rosalyn

did not attempt to wrestle against her foe to attain a more favorable position; preferring to conserve

her energy instead as she leaned her body against the boxing nurse, Allison. 

Throughout round three the effective aggression of Allison continued to dominate the weary Rosalyn

who continued to resist as best she could under the deluge of punches. 

With purposeful intent, Allison drove Rosalyn back into the ring chords, cutting off any avenue of escape

for the struggling student fighter.  Under of hailstorm of blue- gloved punches, Rosalyn sought to fight back

with everything she had left in her waining reserves; but her punches were weak and ineffective in turning

back the determined aggressor.  When Rosalyn attempted to ride out the attack within the supportive

confines of a neutral corner, Allison used a clever maneuver to flush her from that safe haven.  Allison moved

strategically to her right, preumably giving her foe a way out of the entrapment.  When Rosalyn took the bait

and moved to escapeAllison delivered a thunderous left uppercut sending the blue-shorted boxer awkwardly

to the floor; her mouth guard went flying through the air as well as spittle and perspiration in a misty halo.

Seeing the plight of the semi-conscious young fighter, the referee stopped the assault by Allison; waving

the fight over without the necessity of a count-out.  The ebony assailant turned and walked slowly toward

her corner.  Allison was breathing hard and appeared weary also from the hard punches she had thrown 

throughout the last couple of rounds. 

At the end of the match in a very sporting and gentle manner Allison embraced her tired foe displaying a warm

and pleasant smile while she kissed and congratulated her game opponent for gallant and courageous effort.

Throughout the match, the victor had never resorted to mean spirited actions, but skillfully accomplished her win

through skilled displays of boxing expertise and personal determination. 

On the following  day  I visited the GBC site to look at the official results of this one-sided victory.

NAME Round 1 Round 2 Round 3 Round 4 Round 5 RESULT
ALLISON 10 10 10 12 12 54
ROSALYN 9 8 7 6 6 36

As I looked at the rankings after four events, I perceived that Teresa might still have a chance to reach the second

place in the tournament finals if she was able to defeat Patricia by more than 6-points.  That was also dependent 

upon Allison winning her encounter against Linda in the last event.  It was a tough challenge, but when I explained 

my observations to Teresa she was pleased and promised to work even harder in training for her final fight 

of the tournament.