CAPITOLO 26

Il venerdì successivo Teresa mi chiese un favore, sarebbe uscita a cena con una persona e mi domandò di poter

badare a Jimmy. Fui ben felice di renderle questo piacere non tanto perchè mi sarebbe piaciuto fare da babysitter,

quanto perchè pensai che fosse giusto che passasse una bella serata. Teresa era divorziata con un figlio quindi 

passava le sere con lui e non aveva perciò vita sociale, l'unico svago gliel'avevo offerto io con il torneo del

Glamour Boxing Club, ma ritenevo corretto che almeno per una sera potesse passarla come fanno tutti,

uscendo a cena, per poi andare a bere qualcosa e divertirsi magari conoscendo gente nuova. D'altronde Teresa,

con i suoi 41 anni era ancora relativamente giovane e una donna piacevole, perciò avevo immaginato che la

persona con cui usciva fosse un tentativo di allacciare una nuova relazione sentimentale e in base a questa mia 

supposizione diedi volentieri la mia disponibilità, senza però perdere l'occasione di lanciarle una frecciatina:

<<Mmmh! Abbiamo fatto conquiste?>>

<<No, ma cosa dici!>> rispose lei

<<Se Jimmy non può venire con te e lo affidi proprio a me significa che con questa mossa astuta ti stai sbarazzando

proprio delle uniche due persone che ti controllano>>

<<Tu sei pazzo, ma come ti vengono in mente certe cose? Ti ho detto che esco a cena e a bere qualcosa con una

persona. E' da tanto che non lo faccio e questa persona ha tanto insistito perchè uscissi! Piuttosto, non è che 

sei geloso di questo invito oppure sei l'austero allenatore che non vuole che la sua pugile faccia bagordi?>>

<<Non ci crederai ma sono più geloso che austero allenatore. In qualità di allenatore sono il primo a dirti che fai 

benissimo a svagarti un pò, ma in qualità di amico sono un pò geloso dell'invito perchè ci tengo molto a te e non

vorrei che qualcuno ti facesse soffrire>>

<<Grazie Derek, apprezzo molto la tua sensibilità nei miei confronti ma come ti ho detto, non è nulla di quanto pensi...... 

anzi, quando più tardi quella persona mi passerà a prendere, faremo un salto qui così la conosci>>

<<Va bene!>> risposi io e presi per mano Jimmy <<vieni Jimmy, vieni con lo zio Derek che questa sera facciamo vedere

noi a tua madre come ci si diverte: Playstation, divano, pizza e tutto contornato da due belle birre fresche>>

Jimmy esultò, ma Teresa mi guardò con "un sorriso di rimprovero", perciò, anche se stavo scherzando, corressi la mia

frase con: <<...intendevo dire due belle birre fresche per me, mentre tu berrai Coca-cola! Va meglio così, Mami?>>

Teresa mi sorrise e se ne andò, mentre Jimmy ed io ci sedemmo sul divano e accendemmo la Playstation.

Un'oretta più tardi, mentre eravamo presi dai videogiochi, suonarono alla porta e scoprii con molto stupore

chi era la persona che aveva chiesto a Teresa di uscire:

<<Silvana? Cosa ci fai qui? Quindi sei tu questa tanto attesa persona........ e pensare che io avevo pensato

ad una serata romantica!>>

<<Ciao Derek, giovedì scorso quando ci siamo conosciute negli spogliatoi è nata subito un'intesa e poi ci

siamo sentite per telefono...>> rispose Silvana e subito dopo Teresa continuò la frase:

<<... e poi lunedì ci siamo trovate al Cafè qui all'angolo e abbiamo chiacchierato a lungo>>

<<Eh lo immagino>> risposi io <<e vi sarete raccontate tutta la vostra storia>>

<<Quasi tutta, infatti continuiamo stasera! Silvana ha insistito per portarmi in un bel locale che conosce lei

anche se io sono titubante perchè ormai sono "fuori dal giro", magari mi addormento sul tavolino>> disse Teresa

<<Dai! Hai 41 anni e ti potrei chiamare mamma, ma se fai tanto la difficile ti chiamerò nonna>> replicò Silvana.

<<Guai a te se mi chiami con uno di questi due nomi....... al massimo puoi dire alla gente che sono tua zia!>>

Io le osservai ed erano tutte e due vestite molto bene: Silvana era più provocante con maglietta attillata e

minigonna, anche perchè era la più giovane, mentre Teresa aveva una camicetta aperta e dei pantaloni bianchi,

era molto elegante e con i capelli sciolti faceva davvero colpo, perciò seppure con un pò di canzonatura ritenei

opportuno fare i complimenti a tutte e due:

<<Sebbene ci sia un bambino piccolo che ascolta, lasciatemi dire che siete due schianti stasera, in qualsiasi locale

andiate ci sarà la coda di pretendenti che vi chiederanno il nome e il numero>>

<<Esagerato>> esclamò Teresa

<<No, è vero! Siete tutte e due molto belle tirate così e mi racconterete a fine serata se ho ragione o meno:

sicuramente qualche maschietto vi ronzerà attorno........ ignaro di quanto pericolose voi siate se vi fa arrabbiare!>>

<<Va bene, ora andiamo! Hey Jimmy, comportati bene, ascolta quello che ti dice Derek e alle 21.30 vai a nanna>>

disse Teresa a suo figlio

<<Tranquilla, Jimmy è un bravo ometto, vero?>> chiesi io mentre lo guardavo, ma lui si limitò a sorridere perchè era

preso dal gioco e lo feci notare a Silvana e Teresa.

<<Vedete? E presissimo!>> il videogioco si chiamava "Boxing Angels" e dava la possibilità di scegliere tra varie

donne pugili e farle combattere in diverse discipline. Mostrai lo schermo a Silvana e Teresa e dissi:

<<Sta vincendo ed è molto bravo in questo gioco.......è il caso di dire "tale madre, tale figlio">>

Tutte e due sorrisero e poi Teresa disse <<Mi raccomando Derek, non tenerlo lì davanti tutta la sera!>>

<<Tranquilla Mami, alle 21.30 lo metto a letto e gli racconto pure la favola! Ora non pensare a noi, pensa a te

e a Silvana....... e divertitevi!>> ci salutammo e "tornai sul ring" con Jimmy.

Poco più tardi delle 21.45 misi a nanna il pargoletto e tornai in salotto, spostai la Playstation, i joystick e i videogiochi

e mi sedetti sul tappeto perchè ora volevo guardarmi in pace una videocassetta che mi aveva consegnato Billy.

La sera prima non ero potuto andare a vedere lo Spettacolo 1 dell'Evento 4, perciò, visto che Billy ci doveva

andare perchè combatteva la sua Jennifer, avevo chiesto a lui se mi poteva filmare il match tra June e Patricia.

Infilai la videocassetta nel videoregistratore e avanzai con il nastro fino al match desiderato. 

Le riprese cominciavano dalle istruzioni dell'arbitro alle due pugilesse.

Ancora una volta Patricia adottava una posa spavalda nei confronti dell'avversaria, misi in pausa la cassetta

e zoommai l'immagine: Patricia si era completamente appoggiata a June e le aveva piegato il busto all'indietro:

fronte contro fronte, naso contro naso e seno contro seno.

La prima ripresa fu piuttosto equilibrata e le due pugilesse si colpivano in conteporanea con pugni di effetto e tutte

e due tentavano di avanzare per mettere in difficoltà l'avversaria. Sia June che Patricia dimostravano buone

doti pugilistiche e gran desiderio di dominare sulla rivale.

Nel secondo round Patricia prese più iniziative e andò a segno più volte con dei ganci sinistri che facevano breccia

nella guardia di June, il cui volto mostrava i primi lividi. La showgirl continuava ad avanzare e colpire costringendo

l'avversaria ad arretrare e a mantenere la posizione di guardia.

Nella terza ripresa June tentò di riscattarsi colpendo più volte Patricia che comunque sembrava non volere cedere

terreno, perciò in più occasioni le due pugilesse si trovarono a lottare abbracciate e a colpire ai fianchi nel tentativo

di avere la meglio e far arretrare la rivale. Queste azioni richiedevano ad entrambi un continuo sforzo di gambe

e braccia ed era sovente vederle sputar fuori il paradenti in segno di affaticamento e di bisogno di recuperare fiato.

Nel quarto round Patricia passò nuovamente all'attacco: nella ripresa precedente entrambe avevano speso

molte forze in quei clinch battaglieri, quindi l'ex Coniglietta Playboy cambiò tattica ed evitò la corta distanza

preferendo colpire la rivale con ganci e montanti dalla media distanza. June, come accaduto con Teresa, divenne

molto statica a causa della stanchezza ma ancora una volta diede prova di quanto fosse una tosta incassatrice 

riuscendo a resistere ai montanti destri che Patricia portava quando l'avversaria si appoggiava alle corde.

Nella quinta e ultima ripresa Patricia sembrò essere galvanizzata dal fatto che si notava la differenza di fiato

tra le due pugilesse, perciò andò a colpire June con una serie di combinazioni mirate a metterla al tappeto.

Era una decisione molto rischiosa perchè nelle ultime fasi di un match non si ha più la freschezza iniziale e basta

che la pugilessa in difficoltà tiri un colpo della disperazione ma ben assestato, che la combattente che domina può

finire giù proprio perchè si è vista colpire da un pugno inaspettato. Ma Patricia sembrava essere sicura di se e la sua

convinzione fu premiata quando, dopo una serie di colpi sui guantoni di June che era alle corde, riuscì a rompere

la guardia della rivale con un bel gancio sinistro che centrò June in pieno mento ...

... facendola crollare giù. Le gambe di June non avevano retto al colpo ed era finita seduta al tappeto con le 

braccia agganciate tra le corde. La "maestrina d'asilo" aveva un'espressione di stanchezza e dolore confermata 

anche dai lividi sugli zigomi e dal ciuffo di capelli bagnati che le attraversava il volto. Patricia era ancora in posizione

di attacco e l'arbitro corse a fermare l'azione, ma nella foga di bloccare e spostare con il braccio Patricia, l'arbitro

appoggiò distrattamente la mano sul generoso seno sinistro della showgirl dando vita ad una involontaria "palpata"

che fece scalpore tra il pubblico: chi rideva, chi applaudiva, chi fischiava e chi gridava. 

Il microfono della telecamera di Billy riuscì a catturare due commenti fra tutti:

<<Vai arbitro dalle una palpata anche da parte mia!>> 

<<Hey Patricia, si è visto benissimo, l'ha fatto apposta, metti con il culo per terra anche lui!>>

Altri commenti furono smorzati dalle risate della gente accanto a Billy, ma non oso immaginare quali altre frasi

siano saltate fuori nei vari spalti del Dusty Moon. 

L'arbitro era in imbarazzo e Patricia gli sorrise, strizzò l'occhio e andò verso l'angolo neutro mostrando i muscoli

a braccia alzate e spingendo in fuori il petto che era stato il protagonista principale degli ultimi dieci secondi.

Nuovamente il pubblico reagì con un boato e quando si placò June era tornata in piedi e l'arbitro stava finendo

il conteggio a "8". Fui nuovamente sorpreso dal coraggio e dal cuore della "maestrina" ed ero curioso di vedere

se avesse finito in piedi il match. June si muoveva con difficoltà ma continuava a incassare i colpi che Patricia portava

con decisione nel tentativo di finire l'incontro prima del limite. June usò le ultime forze e il peso del suo corpo per 

gettarsi su Patricia e bloccarla in clinch, aveva gli occhi chiusi e il paradenti fuori dalla bocca, stava tenendo duro

più che poteva. Patricia lottava con le spalle e i guantoni per non non farsi abbracciare, ma June infilò la gamba

destra al centro celle gambe della showgirl per impedirle altri movimenti.

Patricia capì che pure lei era stanca ed era inutile cercare il KO nel poco tempo rimasto, perciò amministrò il vantaggio

fino al suono della campanella. Le due pugilesse si abbracciarono e complimentarono e dopo alcuni minuti la vittoria

fu giustamente assegnata a Patricia. Spensi la TV e andai a collegarmi al sito di GBC per vedere i risultati.

NAME Round 1 Round 2 Round 3 Round 4 Round 5 RESULT
PATRICIA 10 10 10 10 10 50
JUNE 10 9 10 9 8 46

Spensi il computer e andai nella cameretta dove dormiva Jimmy, era tranquillamente immerso nei suoi sogni,

quindi mi diressi in camera mia e mi stesi sul matrimoniale. Prima di addormentarmi due pensieri rimasero in testa:

da una parte pensai a Teresa e Silvana, mi chiesi cosa stessero facendo in quel momento e se si stavano divertendo,

lo speravo di cuore perchè Silvana mi era molto simpatica e perchè Teresa finalmente se lo meritava.

L'altro pensiero era su Patricia, che Teresa avrebbe dovuto affrontare nell'ultimo match del torneo. Patricia mi

preoccupava un pò perchè era migliorata incontro dopo incontro, se nei primi match era una showgirl abitauata

a dare spettacolo con la foxy boxing, ora era diventata una valida pugilessa, capace di portare delle combinazioni,

capace di imporre i ritmi, capace di cambiare tattica, capace di reggere le cinque riprese...........

e poi io non fuoi capace di resistere a Morfeo e mi addormentai!


CHAPTER 26

On Friday following her last match, Teresa asked if I would be willing to watch Jimmy for an evening while she went

out with a friend. Although I told her I would, I did have mixed feelings about accepting this request. For one,

I was happy to see her going out to have some fun and relaxation. It was right for Teresa who is still a nice looking lady

to get more enjoyment in her life. Even so, I had to admit to myself that I was a little jealous and worried that she might 

get into another heartbreaking relationship like her past divorce. As Jimmy and I sat on the couch before the television

playing a video game Teresa and her friend came into the room to say good night. What a surprise: Teresa’s friend 

was not a man at all, but her newly found acquaintance Silvana. After meeting at the past fight night, the two had 

gone out for coffee and some friendly conversation. Tonight, Silvana insisted that Teresa go out with her to meet 

some new friends and experience an evening of fun. Looking at the two beautiful women, I was happy for them to get 

this opportunity. They both looked very attractive: Silvana the younger and more provocatively dressed in a tight blouse 

and form-hugging mini-skirt, while Teresa wore a pretty shirt and slacks ensemble with her hair beautifully groomed - 

luxurious and cascading unto her shoulders.

They could both see that Jimmy and I were engaged in a videogame called "Boxing Angels".The two fighters were 

women boxers on the screen and Jimmy’s fighter was beating mine.  

<<He’s very good at this boxing game>> I said <<Naturally, Jimmy takes after his Mother!>> I replied jokingly. 

Silvana and Teresa left the apartment smiling and chatting good-naturedly for their evening out.   

After I put Jimmy to bed for the night, I came back into the living room to watch a video tape that Billy had made 

of the June versus Patricia fight from event 4 of the GBC tournament. Since I wasn’t able to attend that evening, 

I asked Billy to capture it for me on video tape. Now, I was ready to view that fight in private while Jimmy slept.

Just like in her previous fights, Patricia made her grand entrance into the ring and attempted to intimidate her rival 

with her threatening glare. Putting the video recorder on pause and using the zoom feature during the in-ring

instruction it showed Patricia using her taunt body pressed close to her rival in a nose to nose stare down to 

embarrass June.

I wondered if this tactic of intimidation by Patricia would work against June. In round one, the two women opened 

the fight with some fast, hard and effective punches. Both of them were moving forward when they threw their blows,

attempting to gain the initial advantage over their adversary. Both were showing good boxing skills and a strong 

desire to dominate their foe.  

In round two, Patricia kept popping her hard left jabs past June’s defenses. Their powerful affect was starting to show

on the bruised and swelling face of the fighting school nursery teacher. Patricia showed good movement afoot 

and had quick, accurate punches that forced June to become more defensive in this stanza. 

June fought back gamely in round three. She was working hard to counter the aggressive attack of her Playboy 

antagonist.  In the clinches both were straining hard to get punches into the body of their opponent. 

It was a close and exciting session.

As the action continued in the fourth round, it was obvious that June was tiring. She was forced to accept more 

of the hurtful jabs of the surging red-head.  Patricia started to combine more powerful right hand blows with her 

punishing jabs. Only June’s toughness seemed to keep her fighting back. 

At the bell for the fifth round, Patricia was quickly back on the attack. Driving June backward toward the ropes 

with an assortment of hard left and right punches, she looked to be trying for a knockout against her battered foe. 

After a particularly shocking left hook and overhand right, June collapsed in a heap against ropes with Patricia 

standing poised to continue her onslaught. The referee comes to direct her away from the victimized June,

putting his hand in an accidental way that made crowd laugh: he was clearly touching Patricia's left breast.

Once the official picked up the count, the gritty school teacher once again displays her toughness by pulling 

herself erect before the count of nine. June looks to be out on her feet, but she is permitted to continue by the referee. 

She manages to clinch with her pressing antagonist who is unable to fight her off. 

So the fight ends with a weary but unrelenting June standing up to the closing fusillade of punches from her 

assertive rival.  The two women embrace a final time before returning to their respective corners to await the decision. 

Once the fight finishes I look at GBC site to see the scorecards. 

NAME Round 1 Round 2 Round 3 Round 4 Round 5 RESULT
PATRICIA 10 10 10 10 10 50
JUNE 10 9 10 9 8 46

After viewing this latest encounter with Patricia, I realize that she left te part of a simple showgirl and 

she became a talented and able fighter who will provide a serious challenge for Teresa when they meet in event 5. 

With that troubling thought in my mind, I am ready to check on Jimmy before his mother returns and I go to sleep.