CAPITOLO 18

La sera successiva all'esordio di Teresa ci trovammo a casa mia dopo cena perchè avevo invitato anche Billy in modo

che ci raccontasse dell'incontro tra Allison e June. Teresa si era portata appresso Jimmy, quindi ci sedemmo tutti e

quattro in salotto. A Billy avevo riservato una poltrona molto comoda perchè era il "protagonista" della serata,

mentre sul divano si era seduta Teresa con suo figlio. Jimmy, però, non era interessato alla nostra conversazione,

d'altronde avevo acceso la Playstation e gli avevo selezionato un incontro di hockey di "NHL 99": Detroit Red Wings 

contro Ney York Rangers........ e devo ammettere che con un partitone del genere anch'io ero tentato di ignorare Billy

e di calarmi nei panni di Wayne Gretzky e Mark Messier, guardai Jimmy e gli dissi:

<<Mi raccomando, Piccolo: tieni alto l'onore dei Rangers>>

Abbassai un pò il volume della TV in modo che i colpi in balaustra non ci disturbassero e cominciai a chiedere:

<<Bene Billy. Ieri sera io e Teresa siamo rientrati a casa subito dopo il suo match per accudire il piccolo Jimmy,

quindi non abbiamo visto l'incontro tra Allison e June. Sia io che lei pensiamo che sia giusto vedere in azione le sue

avversarie in modo da farsi un'idea di come siano tecnicamente, quindi giovedì prossimo andremo a vedere

Linda contro Patricia, ma ora vorremmo sapere da te come sono Allison e June, il prossimo match di Teresa è proprio

contro la campionessa quindi volevamo arrivare un pò preparati!>>

<<Avete ragione>> replicò Billy e si mise comodo in poltrona <<l'incontro è stato molto bello e tutte e due sono

tecnicamente valide..........>> Billy cominciò a parlare dell'incontro e sia io che Teresa avevamo lo sguardo fisso

su di lui, eravamo come due bambini che ascoltano interessati la fiaba prima di andare a letto. 

Billy cominciò con descrivere l'ingresso della prima pugile all'angolo blu, che era June. Ne descrisse l'aspetto fisico

e l'abbigliamento in maniera molto dettagliata e sembrava non lasciare spazio alle nostre immaginazioni. Descrisse

nel dettaglio il tatuaggio che aveva sul braccio sinistro e sulla caviglia destra, sapeva addirittura che June alcuni

giorni prima si era presa una leggera storta alla cavilgia sinistra ed è per questo che aveva deciso di indossare 

una fasciatura durante tutto il corso del torneo per non forzare il piede.

Fece lo stesso anche con Allison e ci infilò il suo commento finale:

<<Appena Allison si è tolta l'accappatoio ha alzato le braccia e mostrato la sua cintura. E' stata così per

alcuni secondi e tutti l'hanno acclamata......... aveva un'aria da dura!>>

<<Ossia non è la classica "cattiva e spietata">> ci spiegò meglio Billy <<Non ha muscoli scolpiti, addominali da 

spavento e sguardo assassino, è una tipa determinata! Ecco cos'è, se la dovessi descrivere con una sola parola.

E' una  nera dalle curve generose.... diciamo come Teresa.......>> Teresa sorrise e Billy volle evitare gaffe, perciò precisò:

<<...mi spiego meglio Teresa, non è un'offesa, non ti sto dicendo che sei grassa, intendo dire che sia tu che lei 

siete ben piazzate! Capisci cosa intendo?>>

<<Sì, sì, capisco! Non ti preoccupare. Non abbiamo il fisico da atlete ma siamo due valide peso medio, giusto?>>

Tutti e tre ridemmo in segno di intesa. Dopodichè Billy continuò con la sua "recensione":

<<A conferma che Allison non è un'assassina del ring, è stato il match che ha fatto. Magari vi immaginate che 

essendo la campionessa, è partita subito in quarta tirando pugni di continuo...... e invece no, anzi è il contrario.

La prima ripresa l'ha addirittura persa. Lei imposta il suo incontro sulle 5 riprese e mantiene costante il suo ritmo.

E' lenta ma potente, è una tipa a cui piace picchiare ed essere picchiata, le piace il contatto fisico, il corpo a corpo.

Colpisce, si fa colpire, risponde e così via..... praticamente ti fa combattere sempre e con la sua costanza pian piano 

ti fa cedere. Come vi ho detto la prima ripresa l'ha persa: June è bravetta e si muove bene, quindi nelle prima ripresa

è andata a segno con dei bei diretti, tant'è che il pubblico ed io siamo rimasti sorpresi di lei.

Allison, rimaneva in guardia, incassava i colpi e rispondeva con un destro o sinistro molto potenti che non le 

permettevano di vincere la ripresa, ma era la tecnica per aggiudicarsi il match>>.

<<Praticamente Allison, prima semina e poi raccoglie>> disse Teresa

<<Esatto!>> rispose Billy <<ha seminato gradatamente nelle prime tre riprese e dopo ha raccolto. Il 1° round l'ha perso, 

il 2° l'ha pareggiato, il 3° l'ha vinto e poi ha dominato. Nel 4° June ha iniziato a calare il ritmo mentre Allison era 

costante. La portava alle corde e faceva partire il gancio: un colpo unico, lento ma potente.

E a forza di pugni, verso la fine della ripresa June ha preso un montante sinistro che l'ha messa col culo per terra!>>

<<Fine del match?>> chiese Teresa mentre ci guardava con aria preoccupata visto che era la prossima avversaria.

<<No>> rispose Billy quasi a voler rincuorare Teresa <<June, si è rialzata e ha combattuto come poteva negli ultimi

15 secondi della 4ª ripresa. Dopodichè il suo ragazzo all'angolo l'ha assistita bene e June è riuscita a finire anche

il 5° round, ma è inutile dirvi chi l'ha dominato. Pensate che Allison riusciva ad andare a segno con il montante 

sinistro anche quando era lei in posizione sfavorita, ossia con le spalle alle corde>>

<<Non c'è che dire: Allison è una tosta!>> furono le mie prime parole. Per tutto il racconto ero stato zitto e solo

alla fine avevo fatto sentire la mia presenza con questa frase, che non era molto rassicurante per Teresa.

D'altronde era inutile far credere che Allison non poteva essere un problema, mi ero immaginato che June

fosse sullo stesso piano di Teresa, quindi dovevamo allenarci sulla resistenza e i movimenti se volevamo battere

la campionessa. Billy ci fece vedere il resoconto del match che aveva scaricato dal sito di GBC:

NAME Round 1 Round 2 Round 3 Round 4 Round 5 RESULT
ALLISON 9 10 10 10 10 49
JUNE 10 10 9 8 8 45

Teresa ed io ringraziammo Billy per il suo piacere e lo accompagnai alla porta e tornai da lei con aria dubbia.

<<Allora Teresa, che ne pensi?>>

<<Ho un pò di paura, d'altronde Billy me l'ha descritta come una macchina da pugni. Non sarà veloce ma è 

costante, perciò mi chiedo se risucirò a contrastarla per tutto l'incontro. Se è una tipa che ti fa combattere,

avrò sicuramente l'occasione di portare a segno dei colpi potenti anch'io, ma il dubbio è: reggerò 5 riprese così?>>

<<Non ti posso che dare ragione e al momento non posso dirti nè "Sì" nè "No", lo sapremo solo fra due giovedì.

Al momento posso solo dirti che in queste due settimane ci dovremmo allenare sulla resistenza fisica!>>

Teresa annuì con la testa, poi abbracciò il piccolo Jimmy che al momento era l'unico vero vincitore, visto

che alla guida dei suoi Rangers aveva battuto i Red Wings 6 a 2!

Ci salutammo e ci demmo appuntamento alla sera successiva per l'allenamento.


CHAPTER 18

The day after Teresa’s debut, she and her son came to my apartment because I invited Billy to tell about

the fight between Allison and June that he’d seen.  He told us his impressions of the match because both Teresa

and I agreed that we should know as much as possible about her future opponents. We sat in the parlor as Billy

started to tell us his impressions of that exciting match-up. Billy explained that June was the first of the women

to enter the ring. Taking her position in the blue corner she looked fit and focused for her match. She had on

a very attractive burgundy sports bra with matching fighting skirt that had flames licking up along the bottom

of the skirt. Her name “June” was displayed on the front of that skirt along with the Thailand symbol on her hips,

I noticed her left ankle had been taped under the nylon, the result of an injury to her ankle earlier.

She looked very strong and gave the impression of a true warrior with a tattoo on her left shoulder and one on her

right ankle and muscular arms. The fans gave her a strong ovation as she flexed her arms and held her blue gloves

up to salute them.

Allison was standing very alert and attractive in the red corner. She was built in a manner not unlike your own Teresa

and one might never guess that she was a boxing lady since she had no battle scars or signs of damage to

her attractive face. She was a real crowd pleaser with the fans, who cheered lustily as she stood with her gloves raised

and her championship belt proudly on display around her waist, she looked like a real champion. I was struck by her

very strong and powerful legs that were attractively highlighted by the snug pantyhose. Those powerful legs

I suspected could generate plenty of punching power.

Don’t think that both of these competitors weren’t entirely feminine in appearance, but they also exude an aura

of power that was unmistakeable. Both were very graceful  as they moved together for this opening encounter

of the fight. Allison had a reputation as a boxer who liked to hit hard and was willing to accept blows from her

opponent in order to deliver her punches in return, in fact when the bell sounded for the first round June charged

quickly across the ring to start the fighting action. It didn’t appear to worry Allison though who almost acted like

she expected that to happen. She presented a tight defence against the swift and hurtful punches of her foe. 

When June’s jabs and blows did reach her adversary, Allison seemed to absorb them without any display of pain

or hurt from them. She lost the first round to the more aggressive June I thought, but she wasn’t hurt and seemed

fully prepared for her own battle plan as they came out for round number two. Allison knew that they had five rounds

so she was prepared to show June more of her boxing skills in round two.

Round two was a very close and competitive round.  June was using all of her speed and power to try and keep

the champion on the defensive, but as though she was just getting into her rhythm Allison was starting to counter

the incoming blows by her foe with very strong left hooks, crossing blows to the head and bashing blows to the body

that would sap the strength of her rival for later rounds. The second round was too close to call I thought, but in the

third round, I saw Allison winning that session decisively and building up more momentum as June was starting to wilt

from the countering power shots of the champ.

As they fought on in round four, it was clear that Allison was growing more dominate in this battle. The left hand

punches of Allison were particular effective throughout the fourth round and just before the round ended,

the champ scored the first knockdown of the fight with blistering left cross to the head and a jackhammer overhand

right and a follow-up left uppercut that sent June sprawling to the canvas .

<<Was she knocked out?>> Teresa asked Billy, she was naturally concerned because she would be facing Allison

in her next ring appearance.

<<No it wasn’t a knockout.>>  Billy replied. June showed that she was no quitter and bravely rose from the canvas

to last out the remainder of round four. Throughout the one minute break between rounds four and five,

June's boyfriend worked very hard to revive her for the fifth and final round ahead. Allison never let up on her

adversary throughout the fifth and final round. She was picking the defence of her rival apart. Under the hard

punching attack of the champion, June fought back gamely. She was trying her best to win this fifth and final round,

but Allison was just hitting her more often than she could respond

 

<<Derek, can you show us the final scoring on your computer?>> Teresa asked. Then we looked at the scorecard

downloaded from GBC Site. I thanked Billy for his very thorough recount of the match before he left.

I told Teresa that for the coming training sessions we would be working hard to develop her resistance,

building up stamina through breath-control exercises.

There would be much to do before meeting her next opponent in the tournament.