CAPITOLO 17

Rosalyn si stava togliendo gli maglietta e scarpe per prepararsi al match e non mancarono i fischi di approvazione

quando la videro mostrare innocentemente le sue curve generose. Immaginavo che la tensione di Teresa fosse 

alle stelle quindi so che in questi casi, periodi così brevi sembrano un'eternità perciò decisi di spezzare il momento

di attesa con una semplice domanda:

<<Come ti senti Teresa?>>

<<Sono tutta rigida, non riesco a muovermi e ho i piedi gelidi!>>. Praticamente avevo appena avuto conferma che

la sua tensione aveva oltrepassato le stelle ed era arrivata su Marte! Le massaggiai collo e spalle e risposi:

<<Non ti preoccupare, muoviti come ti ho insegnato e vedrai che i tuoi piedini si scalderanno subito!

Metti in pratica le tecniche che hai appreso: lentamente e una alla volta in modo da non fare confusione.

Inizia con il girare attorno al ring e a tenere la guardia alta, difenditi e quando vedi un varco tiri un colpo 

preciso e deciso e poi scappi via. Man mano che prendi confidenza, invece di tirare un singolo colpo, proverai

ad eseguire delle combinazioni. La tecnica la conosci, la potenza e la resistenza fisica sono allenate....... 

ora tutto dipende dalla tua testa! Forza Teresa!>>

L'arbitro chiamò le pugilesse al centro del ring e durante le spiegazioni le fece unire i guantoni

<<Ok ragazze avete già letto il regolamento di GBC, quindi combattete al meglio evitando tutte le scorrettezze.

Mi raccomando: colpite a pugno chiuso, non tirate schiaffi e non colpite a mulinello. Non scappate girando le

spalle e comunque non colpite se l'avversaria è girata o in ginocchio. Se una delle due va giù, l'altra va all'angolo

che indicherò e attenderà lì finchè non la chiamo. Bene, ora date spettacolo!>>

Tutte e due erano concentrate a guardare l'avversaria ed era appunto la giusta premessa per dare spettacolo.

La campanella suonò l'inizio del primo round e le due pugilesse si portarono al centro del ring, tutte e due erano

emozionate ed insicure perciò nessuna prese l'iniziativa e per iI primo periodo si limitarono a girare intorno tenendo

ciascuna la posizione di difesa con i guantoni attaccati al volto. Ad un certo punto l'irruenza giovanile di Rosalyn 

ebbe la meglio sulla sua timidezza e fece partire il primo colpo del match: un destro mediocre che colpì i guantoni

di Teresa, la quale rispose dopo un pò con un altro destro piuttosto fiacco. Questa schermaglia andò avanti per

il resto del round con Rosalyn che sembrava la più decisa ad aprire le danze e che prendeva ogni volta l'iniziativa.

Durante la pausa decisi di non dare consigli a Teresa per non metterle pressione, volevo che fosse lei a scegliere

quando e come colpire, quindi le tolsi il paradenti e le chiesi:

<<Allora come va? Stai prendendo confidenza con il quadrato? Come sei a fiato?>>

<<Il fiato c'è, è che non so come muovermi, sto prendendo confidenza con le misure ma ho paura di fare la prima

mossa e sbagliare e quindi prendermi un bel pugno in faccia!>>

<<Dolcezza, il pugilato è fatto di pugni in faccia e molti colpi vanno portati proprio in conseguenza di errori 

dell'avversaria. Nessun campione è mai sceso dal ring senza aver preso un colpo! Tutto sta nel rimediare velocemente

agli errori, magari controbattendo, o alzando la guardia, o abbracciando, o andando via! Forza>>

Il mio discorso non faceva una piega ma non so quanto fossi riuscito a convincere Teresa, d'altronde non la potevo

biasimare, alla fine quella che saliva sul ring per la prima volta e quella che "prendeva le botte" era lei!

A confermare il blocco psicologico di Teresa furono le azioni successive che partivano sempre dalla sua avversaria

e si fecero più numerose e decise. Rosalyn, spinta anche dall'incitamento del pubblico, guadagnò sicurezza e coraggio

e portò la prima combinazione: lanciò un sinistro di disturbo e, approfittando della guardia completamente scoperta

e avanzata di Teresa, fece partire un diretto destro piuttosto potente che colpì Teresa in pieno volto e lasciandola

spaesata mentre la gente aveva lanciato un boato di felicità.

Era il primo vero colpo che Teresa prendeva e penso che sia una sensazione nuova ma poco piacevole, comunque 

non le gridai nessun consiglio perchè doveva imparare ad uscire da sola dalle situazioni di pericolo e fortunatamente

la sua reazione non tardò: si rese conto che era stata colpita perchè era scoperta perciò come prima mossa,

riportò le braccia in posizione di guardia proteggendo il mento con i guantoni, dopodichè indietreggiò leggermente

osservando l'avversaria e quando Rosalyn tentò di approfittare del momento di confusione tirando un gancio 

sinistro, Teresa si mosse alla sua destra e andò lontano dal bersaglio. <<Bene, dai!>> pensai.

La situazione comunque non migliorò perchè Teresa continuava a subire gli attacchi di Rosalyn, sapeva difendersi

e incassava bene, ma sembrava incapace a sferrare un attacco. Durante gli allenamenti e le sessioni di sparring

aveva appreso bene la tecnica, quindi non era la mancanza di pratica che la ostacolava in questo momento ma

era un vero proprio blocco psicologico, dettato dall'insicurezza o poca stima sulle proprie capacità e dettato forse

anche dal divario di età fra le due atlete. Sapere di trovarsi di fronte ad una donna che ha 22 anni in meno,

è uno scalino non da poco: l'energia e l'orgoglio di una 19enne sono diversi da quelli di una 41enne.

La ripresa stava per finire e ancora una volta Teresa si trovò pressata alle corde, era piegata in avanti e si proteggeva

il volto con la guardia piuttosto chiusa, sembrava piantata a terra e il tronco era rigido, perciò, dopo alcuni colpi,

Rosalyn riuscì a fare breccia, centrandola con un bel montante destro. 

Ero sempre stato zitto ma ora non potevo più accettare questa situazione sapendo che Teresa aveva le qualità

fisiche e tecniche per controbattere, perciò gridai:

<<Forza Teresa, reagisci! Colpiscila anche tu! Rispondi ai suoi colpi!>>

Solo quando vidi che Teresa reagì immediatamente, capì che la mia tecnica del silenzio era sbagliata, probabilmente

essendo insicura su cosa fare, lei aveva bisogno che qualcuno le desse qualche spinta iniziale. Non era necessario

dirle che colpo portare, ma era sufficiente incitarla, dopodichè "partiva" da sola. Infatti io mi ero limitato a dirle

"Reagisci", "Colpiscila", "Rispondi" mentre fu lei a decidere il piano d'azione: essendo alle corde tirò un destro di disturbo 

seguito rapidamente da un buon gancio sinistro e conlcuse con un potente montante destro che fece arretrare Rosalyn.

<<Sììììììììì!>> gridai io, mentre Teresa sgusciava via dalle corde e Rosalyn incassava il suo primo colpo duro.

Non ci fu l'occasione di vedere il seguito perchè la campanella suonò la fine del secondo round.

Teresa arrivò all'angolo con il fiatone, perciò la feci subito sedere, le tolsi il paradenti e le spruzzai acqua per rinfrescala.

<<Ok, ora che ti sei sbloccata dobbiamo cominciare a fare sul serio se vuoi vincere questo match. Lo vuoi?>>

<<Sì, sono venuta qui per questo!>> rispose Teresa e mi guardò attentamente mentre le davo le mie istruzioni.

Volevo impartirgli degli ordini ma non volevo essere troppo duro, Teresa andava spronata non demoralizzata:

<Allora Dolcezza!>> cominciai io <<Finora il match l'ha gestito lei, ma adesso le cose cambiano. Tu hai più tecnica di lei, 

quindi basta solo che ti metti in testa che ce la puoi fare anche se lei è una ragazzina scalciante e tu no. OK?>>

<<Va bene>> rispose Teresa

<<Perciò ora prendi tu l'inziativa, oppure se comincia lei per prima, tu ti difendi, rispondi e attacchi di nuovo!

Hai detto che avevi i piedi freddi, bene ora muovi le gambe e vedrai che si scaldano. Muoviti sempre e stai in guardia

e quando vedi un varco....... bummmm...... fai partire un colpo preciso e deciso! Quando sei vicina a lei fai partire

una combinazione: destro leggero per disturbarla, gancio sinistro per spostarle la guardia e montante destro potente

a chiusura. Ce la puoi fare........ lo so che ce la puoi fare! Dai>> 

Ero risucito a riempirla di orgoglio, perciò le infilai il paradenti, lei si alzò dallo sgabello e sbattè i guantoni uno contro l'altro

con aria decisa. Per i due round successivi Teresa mise costantemente in pratica quanto detto, muovendosi molto

e colpendo Rosalyn non appena apparisse un varco, la situazione si era rovesciata.

Il quinto e ultimo round mi riempì di soddisfazione: Rosalyn mostrava una certa stanchezza mente Teresa, invece di calare

di ritmo, lo aumentava. Ormai aveva preso il via e oltre ad essere mobile, affiancava le combinazioni alla potenza 

dei colpi, costringendo Rosalyn a rinchiudersi negli angoli. In più occasioni Teresa, sbaragliava la guardia dell'avversaria

e faceva partire dei diretti che colpivano in pieno mento Rosalyn.

La campanella suonò la fine del match e le due pugilesse si toccarono i guantoni in segno di reciproche congratulazioni.

Teresa tornò all'angolo e le feci i complimenti; dopo un minuto d'attesa l'arbitrò chiamò le due ragazze al centro.

A mio avviso Rosalyn aveva vinto le prime due riprese, Teresa le successive due e aveva dominato la 5ª, quindi secondo

me la "mia allieva" aveva vinto, ma bisognava vedere se anche il pubblico avesse votato così.

Lo speaker annunciò il verdetto:  <<Signori e signori, le votazioni si sono chiuse, i dati sono stati caricati e le medie

dei punteggi sono state calcolate, perciò con il punteggio finale di 48 a 46 vince.........  TERESA!>>

L'arbitrò sollevò il braccio di Teresa e la folla applaudì, lei molto tranquillamente girò la testa verso di me sorridendomi

e io mi unii all'applauso e gridai per la contentezza!

Una volta arrivata all'angolo, Teresa appoggiò le braccia alle corde, era stanca ma soddisfatta. Io le spostai la

frangetta e le diedi un bacio sulla fronte dopodichè le accarezzai le guance.

<<Complimenti Teresa, sei stata bravissima! Hai saputo ribaltare l'incontro, che non è cosa da poco. E poi hai saputo

mettere in pratica le varie tecniche, aumentando via via la potenza e il ritmo. Sono fiero di te!>>

<<Grazie, sono molto contenta anch'io, anche se all'inizio ho preso qualche pugno di troppo che potevo evitare!>>

Le accarezzai il livido sulla guancia sinistra e dissi:

<<Sì, hai ragione, se magari partivi più sicura non avresti rimediato questo livido, ma come ti avevo detto fa parte

del gioco, e poi dal momento che hai vinto passerà più in fretta>> e ci mettemmo a ridere.

Nel frattempo che Teresa si faceva la doccia, andai a vedere la tebellina dei risultati per capire come la gente

aveva giudicato le varie riprese e constatai che era come la mia previsione.

NAME Round 1 Round 2 Round 3 Round 4 Round 5 RESULT
TERESA 9 9 10 10 10 48
ROSALYN 10 10 9 9 8 46

Tornammo a casa e parlammo di come era andata e delle sensazioni da lei provate durante il match, poi nell'ultimo

tratto di strada che facemmo a piedi lei mi chiese:

<<Derek, stasera ha combattuto anche la campionessa vero?>>

<<Sì, Allison ha fatto l'ultimo match ma non so come sia finito. Domani mi collego al sito di GBC e vedo il risultato>>

<<Perchè stavo pensando che sarebbe il caso che assistessimo agli incontri delle mie avversarie per capire come

combattono, giusto per non essere impreparati come stasera>>

<<Eh lo so Teresa, hai ragione. Io non te l'ho mai proposto perchè so che hai l'impegno di accudire Jimmy,

quindi ho previsto di venire solo nelle giornate in cui combatti e di stare lì solo il tempo strettamente necessario>>

<<Ti capisco benissimo e ti ringrazio per aver tenuto conto delle mie esigenze, ma ora sono io a chiederti di modificare

i piani. Stasera ho visto che GBC è un club che fa le cose in grande e le atlete non sono lì per gioco, quindi non mi va

di salire sul ring da sprovveduta. Voglio vedere come combattono le mie avversarie e le altre pugilesse in generale

perchè c'è sempre qualcosa da imparare>>

<<Non posso che darti ragione, ma se ora vuoi assistere agli altri mach, ricordati che le serate si raddoppiano:

alle 5 sere dove combatti si aggiungono altre 5. Come fai con Jimmy>>

<<Stasera è la prima volta che passa qualche ora con la signora Jenkins e gli ho detto di essere gentile ed educato,

quindi immagino che si sia comportato bene, perciò se alla signora Jenkins ha fatto piacere, proverò a chiederle

se è disposta a passare altre 5 sere con lui oltre alle 5 di cui ero già d'accordo!>>

<<Ok, sappimi dire se sei riuscita a combinare>> risposi io <<Mentre per quel discorso della campionessa ho avuto 

un'idea: domani sera fai un salto a casa mia e io chiamo Billy, sai quel mio amico che ho conosciuto sul sito di GBC?

Anche lui oggi ha fatto il suo esordio con Jennifer, la sua nuova pugile, e sicuramente avrà assistito al resto della

serata quindi gli chiederò se può raccontarci dettagliatamente come è andato il match tra Allison e June.

Mentre giovedì prossimo che non combatti andremo di persona a vedere Linda contro Patricia>>

<<Perfetto Derek, ci vediamo domani sera a casa tua e porterò anche Jimmy>>

<<Bene. Ciao mia pugilessa....... e complimenti!>>

<<Grazie. Ciao mio coach....... e complimenti anche a te per il tuo lavoro all'angolo!>>


CHAPTER 17

READER'S NOTE: from this chapter there will be 2 persons who are telling the story:

1) Derek, who is the main character and tells the main story - DEREK WRITES THE STORY IN BLACK COLOUR

2) Griffy, who is a spectator of GBC Tournament and makes reviews of the fights - GRIFFY WRITES THE REVIEWS IN GREEN COLOUR

 

As Teresa looked across the ring at her first opponent, Rosalyn fighting from the red corner, she was filled with 

uncertainty about what would happen in this real boxing encounter. The announcer quickly introduced first 

Teresa and then Rosalyn to the fans in the arena who gave them both a warm welcome to this middleweight bout.

In short order, the assigned referee called both women to the center of the ring for their final pre-fight instructions. 

He held one gloved fist of each woman, in contact with the fist of her rival, as both looked nervously at their opponent.

They looked very fit and ready to explode with excitement, as they were directed to return to their corner and await

the bell for the opening round. There was hardly time for Derek to insert the mouth piece between the lips of Teresa 

and give her a final word of encouragement before the bell sounded for Round One!

Each woman came together near ring center, sticking out stiff and tentative left jabs as they had been taught

in their training.  Rosalyn seemed to be quicker in firing off her punches, particularly the right jab that was coming

over the extended jabbing arm of Teresa.

At the beginning of round two, It appeared that Rosalyn had gained a degree of confidence from her opening

round, while Teresa was fighting more defensively. She was protecting her head with her gloves held high, 

but was not firing off punches offensively to keep Rosalyn from continually attacking her. There were a couple 

of times during the round, when Rosalyn had Teresa fighting off the ropes.

By the end of round two, there was a slight abrasion under the right eye of Teresa but she seemed to be relaxed

and breathing easily as Derek told her that she needed to start using her punches to score points and keep her foe 

away from her. It seemed pretty certain that Rosalyn had captured the first two rounds but looking at her in 

her corner, she looked winded and inattentive to the words of her assigned second. Teresa would be most effective

if she could work inside the defense of her younger rival. 

As the bell sounded for round three, Teresa did what her coach had recommended. She was snapping out jabs, 

firing hooks and crosses that did keep her young foe backing up with her gloves raised trying to ward off these 

incoming punches. The crowd was enjoying the fast paced action between these two free-swinging combatants.  

After a hard fought third round, the fans sensed that the tide of battle between these two game ladies was 

shifting to the older, but better conditioned Teresa.  Clang!  As the fourth round started Teresa looked to have 

gotten her second wind, while the red gloves of 19-year old fighter were slowly dropping lower and she became 

increasingly more defensive.  Now it was Rosalyn who was being pummeled backward before the short, 

hard punches of her pressing rival. After four rounds, the fight had gotten very competitive.

As the two fighters received instructions for this last two-minutes of ring action, it was pretty obvious, this fifth round

would be critical to either boxer if they were to claim the decision. The instructions were probably the same, 

“Take this round and win the fight!” As the final bell chimed and the two fighters advanced to touch gloves, 

the crowd was electrified with anticipation. They also realized that both girls would lay it all on the line in this 

last session. Teresa wasted no time in resuming her attack against the tiring teenager. Left and right fisted blue 

gloves, blasted toward the head and body of Rosalyn. Backward the young boxer staggered until she was corralled

in her own corner with Teresa landing punches without interruption. Rosalyn’s corner man hollered at her to spin out, 

or clinch with her adversary but his advice went unheeded until at last, she could resist the battering no longer.  

With just a few ticks of the clock remaining in the fifth and final round, the spunky University student survived 

the final assault by her adversary until the final bell ended the contest. The two tired battlers embraced one another 

near the red corner both satisfied that they had put on a thrilling match and sharing new-found respect for one

another after this spirited engagement. Soon the two contestants were called to the center ring as the scoring for 

the crowd was announced and the decision calculated using people's votes. Standing on either side of the referee, 

a proud and deserving Teresa had her right glove raised overhead acknowledging her victory over her younger rival, 

Rosalyn.  

Although it hadn’t ended as she hoped it might, the University Student had experienced the thrill of her first boxing

appearance and graciously congratulated the joyful winner –Teresa. As she prepared to leave the ring after this 

exhilarating victory, Derek, leaned over the ropes and whispered:

<<Pretty good showing by someone too old and over weight!  Well done, Teresa you are on your way.>>

People looked at the final scorecard and they saw that Rosalyn won round 1 and 2 while Teresa won round 3, 4

and clearly won round 5.

NAME Round 1 Round 2 Round 3 Round 4 Round 5 RESULT
TERESA 9 9 10 10 10 48
ROSALYN 10 10 9 9 8 46

After showering and changing into her street attire, my fighter and me left the arena clasping hands and talking

cheerfully to one another.

<<Congratulations Teresa! You looked like the Champ that I saw coming off the elevator not so long ago!>> I teased. 

<<I have to congratulate my very special manager for this night of victory...>> Teresa quickly responded with another

of those special smiles <<...but I have to admit that I was very in difficulty to face my opponent, so I think that

we should come to see my opponent's fights when I don't box, so I can learn their styles. Next thursday we should

come to "Dusty Moon" to see Linda vs Patricia. While tonight we missed Allison vs June!>>

<<Yes Teresa, the Champion made her "debut" tonight, it was the last fight of the evening and we missed it.

I agree with you that you should see your opponent's fighting styles so will we look at Linda vs Patricia next thursday....

and for Allison and June I will ask Billy to do a review of their fight, he was there tonight so tomorrow he will be happy

to help us with his report!>>