CAPITOLO 6

Era passato un pò di tempo dal mio incontro con Billy e non avendo ancora trovato il coraggio di farmi avanti con una

prostituta, avevo insabbiato il progetto GBC. Quindi mi collegavo di rado al club ed ero giunto alla conclusione che al

limite avrei tirato fuori $330 e avrei assistito al torneo in qualità di semplice spettatore, come aveva fatto anche Billy

la prima volta. Erano le 10 di mattina e stavo rientrando a casa dopo la mia puntatina settimanale al HMV Music Store

ed ero felice perchè avevo trovato in offerta a $8 "Teaser" di Tommy Bolin in CD, a casa avevo il disco ma ci tenevo ad

avere la copia in digitale, quindi stavo già assaporando il momento in cui avrei messo "Homeward Strut" a tutto volume.

Ero entrato nell'atrio del mio palazzo quando mi squillò il cellulare:

<<Pronto?>> dissi io

<<Ciao Denav, sono Billy>>

<<Caro Billy che piacere! Tutto bene?>>

<<Sì non mi posso lamentare! Da quanto tempo non ti colleghi al sito di Glamorous Boxing Club?>>

<<Penso una settimana>> dissi io

<<Lo immaginavo! Quindi sono io il primo a darti la notizia: fra poco più di 3 mesi prenderà il via un nuovo torneo di GBC!

Quindi hai 10 giorni di tempo per trovarti una pugilessa e inviare l'iscrizione>>

<<Stai scherzando? Io non mi sono più mosso in quel senso!>>

<<Datti da fare vecchio mio! Dopo tutte le dritte che ti ho dato non mi dirai mica che ti adagerai ad assistere agli

incontri come un comune spettatore? Io mi sono già iscritto!>>

<<Davvero?>>

<<Sì. Dopo qualche rifiuto ho trovato una buona peso piuma di nome di Jennifer. Questa volta la cintura  è nostra! 

Sbrigati Denav, contatta una prostituta e iscrivila!>>

<<Ok, vedrò cosa riesco a combinare. Grazie della chiamata. Ciao>>

<<Bye Bye, rookie>> mi canzonò Billy.

Misi in tasca il telefono e chiamai l'ascensore e intanto che aspettavo che arrivasse a piano terra fui assalito dal panico

e il mio cervello fu mitragliato da mille domande:

<<Eh ora che faccio? Chi contatto? In che zona posso andare per trovare qualche prostituta? E se poi tutte mi dicono

di "NO"? Ma poi ho già provato a farmi avanti ma non ci riesco! Non riesco ad abordare una sconosciuta. Ma quali

altre soluzioni avrei? Dovrei provare con una donna che conosco e che soprattutto mi conosce e sa che sono un tipo

in gamba. Ma poi dimmi a chi, tra le donne che conosci, potresti fare una proposta del genere?>>

Molte volte gli accadimenti combaciano in modo talmente preciso che sembra tutto calcolato, o certi dicono che

"sembra scritto dal destino". Quindi in questa situazione il destino fece in modo che, non appena ebbi finito di rivolgermi

la domanda, fosse l'ascensore a darmi la risposta: si aprirono le porte e vidi lei!

Era Teresa, una mia inquilina che abita al quarto piano e con la quale ho un bel rapporto. Non siamo amici intimi,

perciò mi limito a scherzare con lei ogni volta che la incrocio e riesco a strapparle un sorriso. E' più vecchia di me e so

che è divorziata e con un figlio a carico che si chiama Jimmy. Teresa deve essere una buona madre anche perchè

Jimmy è un bambino molto educato e maturo pur avendo 8 anni, quindi quando lo incrocio sulle scale trovo sempre

il modo per farlo ridere. Molte volte trovo Teresa nell'atrio o in ascensore e parliamo un pò di tutto e qualche volta

mi sono pure offerto di portarle su le borse della spesa più pesanti e così abbiamo avuto modo di continuare la

conversazione nel salotto di casa sua mentre il vispo Jimmy mi nascondeva la birra!

Insomma Teresa sembrava la risposta alla mia domanda ed ero talmente concentrato che quell'attimo in cui lei

attendeva l'apertura completa delle porte mi è sembrato un'eternità. Lei non mi aveva ancora notato e il suo sguardo

mirava l'orizzonte, in più aveva assunto una posa statuaria: il busto eretto e le braccia dritte scendevano lungo i fianchi

e anche le gambe erano stese. Indossava una camicetta e una gonna che davano l'idea della generosità della sua

figura e le calze mostravano le gambe proporzionate al resto del corpo. Chiaramente non aveva un fisico da modella

ma era una bellezza giunonica che affascinava e la sua posa la faceva apparire come una pugilessa molto

determinata e pronta ad uscire dal suo angolo. E questa visione apparì nella mia mente a confemare che lei

era l'esatta risposta al mio quesito.

Teresa rientrava a mio avviso tra i pesi medi ed era la donna adatta per partecipare a Glamorous Boxing Club!

Il "miraggio" svanì quando lei si mosse per uscire dall'ascensore e mi vide:

<<Ciao Derek!>> salutò lei con sorpresa e gioia e mi passò oltre, io ero ancora preso dalla visione che realizzai

solo dopo qualche secondo che lei mi aveva salutato e io non avevo ancora ricambiato. Nel frattempo lei

era già vicino alla porta di uscita, quindi mi voltai e ancora con il pensiero all'associazione Teresa-GBC, la salutai con:

<<Ciao Campionessa!>> mi resi conto che l'aggettivo era inadeguato dal momento che solo io sapevo a quello

che stavo pensando, e infatti lei si girò e mi sorrise con una smorfia di stupore proprio perchè si stava chiedendo

il perchè l'avevo definita così.

La guardai nuovamente e osservai la sua figura giunonica e pensai, tenendo stavolta la bocca saldamente chiusa:

<<Eh sì, Teresa sei proprio un ottimo peso medio per GBC!>>

Onde evitare altri passi falsi le sorrisi, entrai in ascensore e abbassai la testa fingendo di leggere le canzoni contenute

sul CD anche se sapevo a memoria la successione dei brani di "Teaser".


CHAPTER 6

A few weeks after I met Billy I still hadn’t found the courage to ask a whore to be my fighter. Instead, I gave up the idea

 and decided to attend the next GBC Tournament as a spectator rather than a second. One morning I received

a phone call from Billy, notifying me that in the next 3 months a new GBC Tournament would start.

<<Hello Derek, how are you? Did you found a fighter? I found a whore called, I'm training her and she will fight on

the Featherweight Division....... this time the Belt will be mine!>>

<<Well Billy, I think I will be a simple spectator this time!>>

<<Come on Derek, don’t miss this chance to participate for the championship>>

His phone call renewed a desire to find a fighter. While I was thinking about who I might get, fate provided an answer.

She was standing right in front of me as the elevator door opened.

There stood Teresa a 41-year old single mother who lives on the 4th floor with her 8-year old son Jimmy.

We were casual friends. We had met on the stairs, joked with one another, or I would offer her help carrying

her packages.  She didn’t have a model’s build but was well-formed and comely.

In my imagination I saw her straight and serious stance making her look like a determined boxer in her corner ready

to come out for a  fight.

<<Hi Derek!>> She said.

Since I saw her as my middleweight boxer I replied, <<Hello Champ!>>

She turned to look at me more than a little surprised because she didn’t understand why I answered her in that way.

She didn’t know what to say, so she flashed a big smile, turned and walk away.