INTERVIEW TO SOPHIE GIRARD

 

Amici di DENAV CHANNEL, qui a Parigi oggi intervisteremo la campionessa Sophie Girard impegnata negli allenamenti 

in vista del prossimo match di kickboxing contro l'italiana Alexa Berti, che secondo le ultime indiscrezioni dovrebbe avere

luogo presso il "TROPICANA Casino and Resort" di Atlantic City NJ, in data da destinarsi.

Eccoci nella palestra "FH Gym", dal classico aspetto vissuto e spartano, dove dominano il ritmico rumore degli speed bags,

dei colpi ai sacchi, l'odore di linimento e sudore. Su uno dei tre ring si sta allenando la nostra campionessa con 

la sua maestra Henriette.

Giornalista: <<Bonjour madame Henriette, siamo di DENAV CHANNEL, scusi se interrompiamo l'allenamento ma vorremmo

intervistare mademoiselle Girard>>

Allenatrice: <<Va bene, cinque minuti di sosta!>>

G: <<Bonjour mademoiselle Girard, vediamo che sei in ottima forma. Pronta ad affrontare l'italiana Alexa Berti?>>

Sophie: <<Sì, certo, sto lavorando molto e come vedi la mia maestra non scherza>>

G: <<Che tipo di allenamento stai facendo?>>

S: <<La mattina faccio footing e preparazione atletica in palestra, al pomeriggio curiamo molto la tecnica>>

G: <<Sappiamo che non hai mai incontrato sul ring la tua avversaria, lei ti ha visto combattere a Montecarlo la scorsa

estate, tu hai mai avuto occasione di assistere a qualche suo incontro?>>

S: <<Sì, l'ho vista combattere in televisione: molto brava e determinata a dispetto di quell'aria dolce che ha. Ti dirò che

come sportiva desideravo misurarmi con lei, che so essere stata una mia, come dite .... "tifosa">>

G: <<Ammirazione e rispetto reciproco dunque. Ma Italia - Francia ....>>

S: <<... Lasciamo stare i riferimenti al calcio... qui è tutta un'altra cosa>>

 

(Sophie risponde alle domande del nostro inviato)

 

G: <<Bene ed ora dimmi come sei arrivata alla kickboxing, so che è stato un percorso un po' particolare>>

S: <<Sì, da bambina e ragazzina, i miei genitori mi hanno mandato a fare prima nuoto, poi danza moderna, che devo dire

mi ha giovato molto sulla elasticità dei movimenti. Gli sport da combattimento erano ben lontani... sembrava. In realtà io

non ero del tutto soddisfatta, cercavo qualche sport più impegnativo. Sui 15- 16 anni ho conosciuto un ragazzo che faceva

la Boxe Française, sono andata una volta in palestra per vederlo ed è stato un "coup de foudre", ho visto che si allenavano

anche delle ragazze ed allora, di nascosto dai miei, mi sono iscritta, mentendo sull'età. Poi dopo un anno le prime gare,

quando ho cominciato a viaggiare da sola, sui 18 anni, sono andata in Tailandia e li ho studiato la Muay Thai, che ho

continuato qui in Francia, dalla Muai Thai alla kick il passo è stato breve. Ed ora il campionato del mondo ......>>

G: <<Sophie facci conoscere qualche cosa della  tua vita privata... cosa fai e quali sono le tue passioni oltre, naturalmente,

alla kickboxing?>>

S: <<Per vivere ovviamente lavoro, qui in palestra faccio dei corsi di autodifesa, sia maschile che femminile, di aerokick e

sono anche una personal trainer. Come sai sono bretone e quando ho del tempo libero e nelle mie vacanze, mi piace

tornare nei luoghi natali, ho una piccola casa sull'isola di Ouessant, e lì pratico la vela, mare duro per veri marinai.... 

Il mio sogno è fare una traversata dell'Atlantico, ci stiamo preparando io ed il mio compagno e chissà che dopo questo

campionato...>>

G: <<La tua allenatrice ci fa cenno che il tempo è scaduto; vuoi salutare i tuoi sostenitori e la tua avversaria?>>

S: <<Ragazze e ragazzi se potete venite a sostenermi, altrimenti seguitemi su DENAV CHANNEL! 

Alexa au revoir e alza la guardia perchè l'ora della verità si sta avvicinando!>>

G: <<Ciao Sophie e buon allenamento>>

 

(Un'immagine scattata durante gli allenamenti di Sophie in vista del Mondiale)

 

Amici telespettatori, da Parigi è tutto, a voi studio.